Torre Annunziata e Castellammare di Stabia: blitz antidroga all’alba. Carabinieri azzerano piazza di spaccio con ordinazioni telefoniche

adsense – Responsive Pre Articolo

I Carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata hanno dato esecuzione a 11 ordinanze cautelari (3 in carcere, 5 ai domiciliari, 3 con obbligo di presentazione alla p.g.) emesse dal G.I.P. di Torre Annunziata a carico di altrettante persone ritenute responsabili, a vario titolo, di traffico e spaccio di stupefacenti.

L’attività d’indagine, coordinata dalla Procura di Torre Annunziata, ha smantellato una piazza nella cittadina oplontina. Gli acquirenti contattavano i pusher per telefono e poi passavano a ritirare la droga sotto casa degli spacciatori: uno squillo e la dose veniva lanciata dalla finestra o passata attraverso un buco nella zanzariera o attraverso uno spiraglio del portone di casa da cui era sufficiente far uscire il braccio.

Dopo alcuni arresti in flagranza (una 50enne trovata con 800 grammi di coca e 2 soggetti sorpresi con 3 chili di hashish) alcuni dei pusher, residenti a castellammare, avevano deciso di spostare lo spaccio nella loro città, ma anche lì lo spaccio di coca e hashish ha avuto vita breve e anche quella “succursale” è stata ridotta a zero.

adsense – Responsive – Post Articolo