Verde Intesa investe in nuove tecnologie

adsense – Responsive Pre Articolo

Le novità introdotte dall’OP Verde Intesa di Mantova sono molteplici, soprattutto per migliorare il livello qualitativo della produzione ortofrutticola che poi viene conferita almercato. Le innovazioni tecnologiche puntano all’ottimizzazione delle operazioni di campagna e lungo l’intera filiera, ottimizzando la resa, ma ancor di più l’indice qualitativo: in questo percorso di crescita un ruolo da protagonista lo giocano le coltivazioni biologiche, che all’interno di Verde Intesa stanno acquistando un peso crescente, come pure il rispetto dell’ambiente e la sostenibilità.Verde Intesa investe in nuove tecnologie

Tecnologia in campo per migliorare la qualità

L’azienda agricola Loris Gatti, associata dell’OP mantovana, ha avviato un articolato progetto di miglioramento delle tecniche di lavorazione introducendo moderni macchinari.

L’azienda, di circa 40 ettari, ha sede a Medole (MN) e coltiva insalata, in particolare l’indivia riccia e scarola, con l’obiettivo di fornire al consumatore un prodotto sempre fresco e naturale.

Per raggiungere questo obiettivo, l’azienda Gatti si è dotata di macchine e strumenti che lavorano in campo, dalla piantumatura alla raccolta, con sistemi altamente automatizzati. I trattori, ad esempio, vengono telecomandati dai satelliti e gli addetti ai lavori sono in grado di controllare la produzione a distanza.

La tecnologia serve a migliorare la resa produttiva e l’indice qualitativo –sostiene Loris Gatti – e infatti i produttori agricoli di Verde Intesa l’impiegano sempre più per ridurre sprechi e perdite equalificare il prodotto, facendo sempre meno uso di sostanze chimiche. La parola d’ordine è salubrità e rispetto dell’ambiente.

www.verdeintesa.it

 

adsense – Responsive – Post Articolo