Ariano Irpino, ancora 200 i contagiati. Barbaro (Lega): «situazione limite, necessario accertare cause e responsabilità»

adsense – Responsive Pre Articolo

La leggera distensione che accompagna la fase due non coglie, in Campania, il comune di Ariano Irpino dove, su 22.000 residenti, i contagi registrati sono 200. Un numero la cui incidenza percentuale può essere considerata al rialzo considerando che una parte dei residenti, come spesso accade nell’entroterra meridionale, sia ancora formalmente residente, ma nella sostanza viva in altri luoghi per ragioni di studio o lavoro.

Sul caso è intervenuto il sen. Claudio Barbaro (Lega) che, davanti al clamore di questi dati (il più alto tasso di contagio nel Sud Italia) ha presentato una interrogazione parlamentare indirizzata al Ministro della Salute, Roberto Speranza.

«È clamoroso – si legge nel testo – che in una provincia di 420.000 abitanti, divisa in 118 comuni, come quella di Avellino, dove i casi totali di contagio sono poco più di 500, ben 200 siano concentrati in un unico Comune. Nella classifica irpina dei contagi, dopo Ariano, infatti, c’è il capoluogo che presenta poco più di 30 casi ed una popolazione residente più che doppia rispetto ad Ariano Irpino. Ogni osservatore può facilmente verificare come il caso di Ariano Irpino sia oggettivamente eccezionale e che quella comunità di popolo stia patendo in maniera significativa e tragica l’evento pandemico. Nonostante la istituzione della cosiddetta “zona rossa” ad Ariano Irpino fino al 22 aprile, è evidente che il meccanismo della prevenzione abbia avuto delle falle e che le conseguenze ferali saranno irrimediabili per la popolazione».

Il sen. Barbaro sottolinea come Ariano Irpino, lontana dai riflettori mediatici, «merita una maggiore attenzione da parte del Governo, tanto più che con la maggiore elasticità della “fase 2”, associata ai dispositivi regionali di distensione delle misure restrittive, la città di Ariano Irpino rischia di vedere peggiorare maggiormente la propria situazione».

A tal fine, l’invito al ministro Speranza è di «promuovere interventi ispettivi volti ad accertare le cause e le responsabilità che hanno portato Ariano Irpino a subire un così alto tasso di contagio e, altresì, quali provvedimenti intenda porre in essere il Governo per sostenere ed incentivare la ripresa economica della città».

adsense – Responsive – Post Articolo