Il Gruppo Consiliare “Ricominciamo da Nusco”. . Ancora dubbi ed incertezze sull’applicazione degli aumenti delle aliquote Irpef proposti dalla maggioranza a guida De Mita”

adsense – Responsive Pre Articolo

Nusco. Ancora dubbi ed incertezze sull’applicazione degli aumenti delle aliquote Irpef proposti dalla maggioranza a guida De Mita. Il MEF – Ministero dell’Economia e delle Finanze boccia la modalità degli aumenti costringendo l’amministrazione comunale a correre ai ripari. Dure critiche da parte dell’opposizione che ribadisce: “una pianificazione fiscale approssimativa e sbagliata”! Il tema dei tributi locali è un argomento sempre delicato, vanno contemperati gli interessi dei cittadini e delle imprese con gli equilibri di bilancio comunale ma – sottolinea il capogruppo avv. Francesco Biancaniello – in questo periodo più che mettere mano nelle tasche dei cittadini bisogna dare loro sostegno, bisogna dare certezze con programmazioni di sviluppo socio-economico accurate e con una pianificazione fiscale ben studiata, equa e solidale, attenta ai reali bisogni dei cittadini e delle imprese. Noi del gruppo di minoranza con coerenza e fermezza ci siamo sempre opposti alle proposte di aumento dei tributi avanzate dalla maggioranza perché ritenute frettolose, inadeguate e di puro calcolo ragionieristico quando invece questo è il momento di uscire dall’emergenza ma senza gravare sul cittadino bensì sostenendolo. In tal senso abbiamo contestato l’amministrazione perché poco attenta ai temi di fiscalità ottenendo che non venisse aumentata l’aliquota Imu e considerando sbagliato nella forma e nella sostanza l’aumento dell’aliquota IRPEF, sollevando anche questioni di carattere procedurale. Alla fine i fatti ci hanno dato ragione tanto è vero che il MEF – Ministero dello sviluppo economico – ha bocciato la modalità di aumento delle aliquote IRPEF adottata dalla Giunta De Mita che ora dovrà correre ai ripari riformando nuovamente quanto già riformato solo qualche mese fa! Dunque, un altro passo falso da parte della maggioranza che è costretta, frettolosamente, a “metterci una pezza”, probabilmente adeguando la riforma a quella suggerita dalla stessa minoranza che prevedeva una rimodulazione parametrata agli scaglioni IRPEF ma con la previsione di importanti agevolazioni ed esenzioni nei confronti dei cittadini più bisognosi. In vista del prossimo consiglio comunale fissato per le ore 16:00 del 09/08/2021 l’opposizione appare molto scettica anche perché – denuncia il capogruppo  Biancaniello – non siamo stati informati adeguatamente riguardo agli argomenti da discutere e la trattazione della nuova riforma delle aliquote IRPEF è stata aggiunta solo all’ultimo momento, evidenziando la grave approssimazione con cui continua a muoversi l’amministrazione che più che tentare di anticipare gli eventi sforzandosi di gestirli al meglio per il bene comune continua invece a subirli quasi con compiuta rassegnazione; e tutto questo quando invece nei paesi limitrofi ci si muove con concrete programmazioni ed azioni  di rilancio del territorio. A Nusco invece non ci sono programmi, non ci sono amministratori a cui rivolgersi in quanto gli assessori sono ancora senza deleghe ed i cittadini si sentono sempre più abbandonati a loro stessi e senza punti di riferimento. E’ giunto il momento che il Sindaco De Mita – conclude l’avv. Francesco Biancaniello – dica con chiarezza che vuole fare se responsabilizzare la sua maggioranza finora, assolutamente, inadeguata e non all’altezza del compito di amministrare oppure continuare a tirare a campare fino al termine della legislatura senza però poter raggiungere alcun fine se non quello di condannare la ns comunità ad un ulteriore arretramento e declino socio-economico con pesanti ripercussioni soprattutto a scapito delle future generazioni.

Avv. Francesco Biancaniello

adsense – Responsive – Post Articolo