Il Gruppo Consiliare “Ricominciamo da Nusco”: “Si riaccende lo scontro tra maggioranza ed opposizione sulla questione aumento tributi in vista del prossimo consiglio comunale”

adsense – Responsive Pre Articolo

Il prossimo consiglio comunale che si terrà a Nusco il 29 maggio alle ore 10:00 sarà sicuramente molto acceso anche perché la maggioranza a guida De Mita è da tempo in crisi ed è stata battuta nello scorso consiglio comunale sulla questione degli aumenti di tributi. Si preannuncia quindi un nuovo duro scontro. I consiglieri di opposizione – riferisce il capogruppo Avv. Francesco Biancaniello – contrasteranno il tentativo della maggioranza di riproporre l’aumento dell’aliquota irpef già bocciata in precedenza e che ora viene ripresentata come “rimodulazione” che di fatto però nasconde un vero e proprio aumento a carico dei cittadini e che entra in vigore, se approvata, dal 01/01/2021. Quindi un aumento a tutti gli effetti e già da questo anno di crisi e di emergenza, il che rende la cosa ancora più negativa ed intollerabile. Questo NON è il tempo di prendere soldi ai cittadini bensì quello di darli. Questo non è il tempo di aumentare tasse ma di aiutare e sostenere le famiglie e le imprese. Per questa ragione chiediamo ai consiglieri che hanno già votato contro l’aumento comportamenti responsabili e coerenti anche perché sono in gioco gli interessi della nostra comunità. Inoltre, chiediamo ai consiglieri che ancora sostengono De Mita che è ormai politicamente isolato, di NON mettere mano nelle tasche dei cittadini bensì di aiutarli ad uscire dalla crisi. Ma la vicenda assume anche contorni apparentemente poco chiari in quanto l’amministrazione insiste nel voler adottare aumenti proprio in questo periodo di gravissima crisi senza dare giustificazioni e nonostante, a dire dell’Ufficio Finanziario, il bilancio goda di “ottima salute”. Allora perché insistere nell’aumento quando in questo periodo di pandemia e di sospensione di servizi comunali si è speso poco o nulla (per mensa, trasporto scolastico ed altro); inoltre neanche il costo del personale ha potuto incidere atteso che il Comune si trova con pochissimi impiegati e non ne sono stati assunti di nuovi per i gravi ritardi nei concorsi, comportando questa situazione un notevolissimo risparmio di spesa. Pertanto, sollecitiamo nuovamente tutti i consiglieri comunali affinché tutelino e garantiscano gli interessi della ns. comunità ormai stanca e provata, ben prima e non solo dalla pandemia ma anche da una amministrazione che ha dimostrato di essere inadeguata e lontana dalla gente e anche impreparata, solo per ricordare da ultimo lo scivolone commesso con il comunicato del 09/05/2021 con cui detta amministrazione nel tentativo di giustificare l’ingiustificabile aumento dei tributi comunali ha evidenziato invece solo mancanza di conoscenza delle basilari nozioni di finanza pubblica e locale. Una bruttissima figura che rimarrà, come purtroppo altre cose negative di questa amministrazione, nella storia del ns. Comune ed una macchia nei curricula di assessori e consiglieri di maggioranza a cui continuiamo a chiedere atti di responsabilità cercando di recuperare quel poco di credibilità che resta nella loro azione amministrativa sempre più fallimentare. Un chiaro invito  – conclude l’avv. Francesco Biancaniello – a non seguire le indicazioni dell’amministrazione e del Sindaco in quanto, si ribadisce, è ingiusto adottare misure fiscali che aggravano le condizioni economiche dei cittadini perché oggi servono politiche di aiuto e sostegno. Ma anche un monito alla comunità e soprattutto alle nuove generazioni di rendersi parte attiva e di appropriarsi del loro futuro chiudendo con una fase politica ed una vicenda amministrativa ormai al crepuscolo e ponendo le basi per una nuova ripartenza.

adsense – Responsive – Post Articolo