2 NOVEMBRE RICORRENZA DEI DEFUNTI IN CAMPANIA . Lopa e Catapano: Attenti al caro defunto

adsense – Responsive Pre Articolo

Contro i rincari dei crisantemi, le istituzioni vigilino sul controllo dei prezzi. Perché aspettare il 2 novembre per andare al cimitero a farsi spennare dai soliti furbi? non sarebbe meglio andarci un po prima o un po dopo, e magari un po’ più spesso? Per i crisantemi, fiori fortemente legati alla ricorrenza dei defunti del 2 novembre, è ingiustificato ogni rincaro evidenziando come il crisantemo, in alcuni casi, ha raggiunto al consumo cifre elevate e non certo rispondenti alla realtà. E’ auspicabile,che i consumatori facciano, per il futuro, acquisti consapevoli, cercando di evitare quegli speculatori che approfittano della commemorazione dei defunti è garantire i commercianti onesti. Naturalmente, le istituzioni preposte devono disporre di controlli a tappeto, per vigilare sui prezzi non solo dei fiori, ma anche di tutti gli altri prodotti che si vendono nella ricorrenza dei defunti, come lumini, ceri e lucine a corrente, e punire le speculazioni dando un segnale forte a cittadini e commercianti. Per le strutture cimiteriali di Napoli e della Campania c’è bisogno di interventi contro degrado e vandalismi. Un patrimonio storico-artistico e religioso che andrebbe maggiormente difeso e conservato. Abbiamo più volte lamentato,  la scarsa pulizia all’interno dei Cimiteri Napoletani, il malfunzionamento dell’impianto di illuminazione che numerosi cittadini hanno segnalato per molto tempo, vi sono stati casi di canone pagato per oltre un anno senza ricevere il servizio di illuminazione delle luci perpetue nelle tombe. Ulteriori e più gravi problemi, siano quelli annessi alla sicurezza delle tombe, vi sono stati infatti in più occasioni nel tempo, il furto di parti artistiche, che hanno causato un danno storico in molti casi rilevante. Per questo riteniamo che all’interno del Cimitero ci debba essere una maggiore sorveglianza, in considerazione altresì di una costante presenza di Rom che non solo rubano i fiori sulle tombe per poi rivenderli in altri luoghi, ma ci sono stati casi di borseggi e piccoli furti soprattutto a danno di persone anziane, sino alla realizzazione di veri e propri alloggi di fortuna all’interno del Cimitero. Bisogna ridare decoro e sicurezza al Cimitero di Napoli che rappresenta il luogo di raccoglimento per tutti coloro che hanno il proprio familiare sepolto all’interno, ma soprattutto la garanzia di una maggiore sicurezza all’interno come all’esterno del Cimitero.Cosi Alfredo Catapano Dirigente Nazionale e responsabile Regionale del Dipartimento Commercio e Rosario Lopa Componente della Direzione Nazionale e Commissario Provinciale del Movimento Nazionale per la Sovranità Salvini Premier di Gianni Alemanno, commentando la commemorazione dei defunti a Napoli.

adsense – Responsive – Post Articolo