A RICREAZIONE, ATTESO IL CONCERTO DEGLI ALLIEVI DEL CONSERVATORIO CIMAROSA PER IL CENTENARIO DI ASTOR PIAZZOLLA PER LA MOSTRA DI QUESTA SETTIMANA, UNA SELEZIONE DEGLI SCATTI DI CANCIAN CONSERVATI AL MAVI DI LACEDONIA

adsense – Responsive Pre Articolo

Avellino – Ancora Ricreazione al vigneto, questa settimana e fino al termine della rassegna, con la musica del Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino, partner di progetto del contenitore di eventi realizzato dalla start up VisitIrpinia in collaborazione con lassociazione 41/14, con lagenzia di comunicazione IoMedia e il media partner Orticalab allinterno della Scuola Enologica Francesco De Sanctis di Avellino.

Stasera, venerdì 20 agosto, alle 21 atteso il concerto de Le Fisarmoniche del Cimarosa con l’omaggio ad AstorPiazzolla nell’anno del centenario della sua nascita. Coordinati dai Maestri Massimo Signorini e Angelo Miele, nelle note del fisarmonicista Michele Storti, accompagnato al pianoforte da Giulia Martiniello, la reinterpretazione degli spartiti Milonga del angel, Novitango, Violentango, Los suenos, Ausencias, Milonga picaresque e Street Tango di Astor Piazzolla. Franceso Cetta interpreterà Tango for Astor, di Ivano Battiston, mentre Vincenzo Natale eseguirà S’Il vousplait, Preparense, Chau Paris di Astor Piazzolla. Seguirà il duo Antonella Trombetta e Franco Di Palma con Oblivion AstorPiazzolla.

Il programma prevede le perfomances di Francesco Cetta, Luca Di Iorio e Graziano Celentano con Milonga triste e Baires, di Ivano Battiston; poi Michele Storti, Vincenzo Natale, Michele D’Addona interpreteranno Il postino di Luis Bacalov e Tango pour Claude, Richard Galliano. A chiudere lesibizione, la performance di Michele D’Addona, Pietro Tommasiello, Michele Stanco, Michele Storti con Movida di Ivano Battiston e lintramontabile Libertango di AstorPiazzolla. Nella programmazione di Ricreazione, la rassegna culturale realizzata allinterno della Scuola Enologica Francesco De Sanctis di Avellino, gli appuntamenti con gli studenti del Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino continueranno il 2 settembre con lesibizione del flautista Alfonso Bianco e del chitarrista Vincenzo Caiafa; il 4 settembre Fairy Guitar Quartet; il 5 lEnsemble Jazz American Songbook.

Quello della Scuola Enologica di Avellino è stato un palcoscenico importante per i nostri studenti. Come importante è il protocollo d’intesa che abbiamo siglato con il dirigente Caterini. La Scuola Enologica e il Conservatorio hanno fatto da apripista ad un progetto che si pone come obiettivo quello di fare rete e di dimostrare che la cultura e la formazione possono offrire nuove opportunità ai nostri giovani“, ha dichiarato il direttore del Cimarosa Maria Gabriella Della Sala.

Inoltre, fino a domenica 22, grazie al prezioso contributo del Mavi – Museo Antropologico Visivo Irpino, saranno presenti gli scatti più rappresentativi della vita agreste e di alcuni momenti scolastici dellAlta Irpinia, immortalati dal fotografo, per passione, e antropologo americano Frank Cancian. Il Museo, nato il il 9 agosto 2017 a Lacedonia, per volontà della Pro Loco Gino Chicone, con il sostegno dellamministrazione comunale e la collaborazione dellassociazione LaPilart, conserva al suo interno il patrimonio del fondo Cancian, con materiale di negativi, provini a contatto e un’ampia selezione di stampe recenti realizzate su carta con metodo tradizionale delle 1801 foto in bianco e nero scattate a Lacedonia, offrendo un contributo dello spaccato di vita sociale e culturale della prima metà del Novecento, un ritratto etnografico dei luoghi e degli abitanti della provincia di Avellino.

Ufficio stampa

adsense – Responsive – Post Articolo