A San Potito Sannitico in archivio la San Potito Enduro Race

adsense – Responsive Pre Articolo

San Potito Sannitico, ai piedi del versante A San Potito Sannitico in archivio la San Potito Enduro Racetaff della struttura ricettiva Bacco e Bivacco) è stato Daniel Tortora del Team Linea Bici che ha terminato la propria fatica col miglior tempo di 13’55” dopo aver dominato le prime due prove speciali con i rispettivi parziali di 7’32” e 6’33”.

A completare il podio di giornata sono stati Giandomenico Pascuzzi (Team Giannini – 14’26”) e Pasquale Amore (Team Giannini – 14’52”). Onore al merito per l’unica rappresentante al femminile Giovanna Brancaccio (Vesuvio Mountain Bike) che ha totalizzato il crono di 20’23” nelle due prove speciali.

Oltre a Tortora (juniores) e Brancaccio (élite master donna), primati di categoria per Giuseppe Abagnara (Bicycle Club – 16’46”) tra i master junior, Simone Imperato (Vesuvio Mountain Bike – 20’45”) tra i master 1, Giuliano Piccolo (Vesuvio Mountain Bike – 17’38”) tra i master 2, Samuele Grossini (Ruota Libera Terni – 15’01”) tra i master 3, Giovanni Crocetta (Bikers Lab Caserta – 18’25”) tra i master 4, Vincenzo Pascarella (Ciclo Carbonari Bikers – 19’06”) tra i master 5, Natalino Majuri (Bike Extreme Racing Team – 20’56”) tra i master 6 e Ferdinando Panagrosso (Ciclo Carbonari Bikers – 21’33”) tra i master 7.

Grandi prestazioni a livello giovanile con il miglior riscontro cronometrico ottenuto da Giovanni Mazzeo (Cicloo Carbonari Bikers – 8’57”) tra gli allievi uomini, Elena Scalia (Cycling Cafè Racing Team – 22’43”) tra le donne allieve e Tommaso Bianchetti (Ruota Libera Terni 10’24”) tra gli esordienti.

Per la graduatoria riservata alle E-Bike Alessandro Delli Franci (San Potito Mountainn Experiences) ha ottenuto il primato col tempo di 16’11” davanti a Salvatore Scarano (Team Linea Bici – 20’26”) e Luciano Vincenzo (Vesuvio Mountain Bike – 23’14”).

Uno sforzo che premia l’impegno profuso dagli organizzatori messo in campo assieme all’amministrazione comunale di San Potito, a tutti gli sponsor e al soccorso alpino facendo di San Potito Sannitico il centro nevralgico del fuoristrada estremo e con la San Potito Mountain Experiences di nuovo all’opera fra pochi giorni con la San Potito DH (downhill) il 13 ottobre.

adsense – Responsive – Post Articolo