Aesse80, scuola di formazione accreditata con la Regione Campania. Acquisisci la professionalità partecipando ai nostri Corsi di formazione OSS, OSS+S, ASO, MANUTENTORE DEL VERDE, OPERATORE IDRAULICA FORESTALE, ADDETTO AI SERVIZI FUNEBRI. Trovare lavoro poi è più semplice

adsense – Responsive Pre Articolo

Aesse80 InFormazione  è un fondamentale strumento pubblico per la crescita ed il rinnovamento della professionalità sul territorio campano. Dalla sua nascita ad oggi ha sviluppato internamente e con importanti collaborazioni esterne, una notevole capacità formativa per i diversi livelli di necessità del mercato del lavoro.

Ecco alcuni corsi di particolare rilevanza:

MANUTENTORE DEL VERDE, in particolare possono occuparsi della manutenzione del verde le imprese agricole, artigiane, industriali o in forma di cooperativa, tutte quelle imprese che abbiano conseguito un attestato di idoneità che accerti il possesso di adeguate competenze ossia l’attestato  di manutentore del verde.

Il manutentore delle aree verdi, aiuole parchi, alberature e giardini, cura la predisposizione del terreno ospitante, tecniche fitosanitarie , smaltisce correttamente sfalci è potature,.

OBBLIGATORIO PER LE COOPERATIVE CHE PARTECIPANO AI PUBBLICI APPALTI

DURATA: 180 ORE  DI CUI 120 ON LINE  E 60  DI STAGE.

DURATA MINIMA DI DUE MESI.

 L’OPERATORE DI IDRAULICA FORTALE: L’idraulico forestale opera in campo forestale e interviene attivamente nella protezione ambientale e civile. Partecipa alla realizzazione esecutiva di progetti per la difesa e conservazione del suolo e per la protezione e il controllo da deflusso delle acque, opera anche in collaborazione con le amministrazioni pubbliche, i servizi tecnici nazionali e regionali per la prevenzione e lotta attiva degli incendi boschivi, per la segnalazioni di criticità sui luoghi  la protezione da valanghe, frane e microfrane.

E’ un corso utile per la Comunità Montana. Sono 600 ore (distribuiti in 4 mesi) suddivisi in 360 ore di Teoria  e  240 ore di Stage.

L’Operatore Socio-Sanitario (OSS): è  colui che è in grado di svolgere attività di cura e di assistenza alle persone in condizione di disagio o di non autosufficienza sul piano fisico e/o psichico, al fine di soddisfarne i bisogni primari e favorirne il benessere e l’autonomia, nonché l’integrazione sociale. L’Operatore Socio-Sanitario – a seguito dell’attestato di qualifica conseguito al termine di specifica formazione professionale regionale – svolge attività indirizzate a soddisfare i bisogni primari della persona, nell’ambito delle proprie aree di competenza, in un contesto sia sociale che sanitario, favorendo il benessere e l’autonomia dell’utente. L’operatore socio sanitario svolge la sua attività in collaborazione con gli altri operatori professionali preposti all’assistenza sanitaria e a quella sociale, secondo il criterio del lavoro multi-professionale.

A.S.O. assistente alla poltrona odontoiatrica: attenendosi alle disposizioni dell’odontoiatra, l’assistente di studio odontoiatrico è in grado di assistere lo stesso e i professionisti del settore durante le prestazioni proprie dell’odontoiatria, di predisporre l’ambiente e lo strumentario, di relazionarsi con le persone assistite, i collaboratori esterni, i fornitori e di svolgere le attività di segreteria per la gestione dello studio.

Addetto ai servizi cimiteriali: Svolge le mansioni di inumazione, tumulazione, esumazione, estumulazione, pulizia e movimentazione dei resti mortali, movimentazione dei feretri, movimentazione del materiale di risulta derivante dalle operazioni cimiteriali.

L’Operatore socio-sanitario con formazione complementare: oltre a svolgere tutte le attività tipiche dell’Operatore Socio Sanitario (cfr. la descrizione della figura professionale OSS) coadiuva l’infermiere o l’ostetrica e, in base all’organizzazione dell’unità funzionale di appartenenza e conformemente alle direttive del responsabile dell’assistenza infermieristica od ostetrica o sotto la sua supervisione, è in grado di eseguire la somministrazione, per via naturale, della terapia prescritta, terapia intramuscolare e sottocutanea su specifica pianificazione infermieristica, bagni terapeutici, impacchi medicali e frizioni; la rilevazione e l’annotazione di alcuni parametri vitali (frequenza cardiaca, frequenza respiratoria e temperatura) del paziente; raccolta di escrezioni e secrezioni a scopo diagnostico; medicazioni semplici, bendaggi e clisteri; mobilizzazione dei pazienti non autosufficienti per la prevenzione di decubiti e alterazioni cutanee; respirazione artificiale e massaggio cardiaco esterno; cura, lavaggio e preparazione del materiale per la sterilizzazione; pulizia, disinfezione e sterilizzazione delle apparecchiature, delle attrezzature sanitarie e dei dispositivi medici; trasporto del materiale biologico ai fini diagnostici; sorveglianza delle fleboclisi, conformemente alle direttive del responsabile dell’assistenza infermieristica od ostetrica o sotto la sua supervisione.

adsense – Responsive – Post Articolo