Agro City, Coldiretti: a Pozzuoli rinascono 56 ettari abbandonati

adsense – Responsive Pre Articolo

 Presentato alla “Festa del Mandarino” dei Campi Flegrei il piano di coltivazione nell’ambito del progetto MAC – Monterusciello Agro City​. Si tratta di un lavoro di pianificazione curato da Coldiretti Napoli all’interno di un’iniziativa molto più ampia denominata Urban Innovative Actions (UIA), che prevede azioni finalizzate a definire soluzioni innovative per il recupero di terreni in aree urbane stimolando la nascita di attività agricole.

L’elaborato, frutto della collaborazione tra Coldiretti e partners tecnici, definisce la destinazione agricola di 24 aree urbane situate nel Comune di Pozzuoli alla frazione di Monterusciello, estese su una superficie totale di 56 ettari ad oggi in stato di abbandono.
All’interno delle aree Mac è prevista la lavorazione di 30 ettari di terreno, che in circa due anni saranno trasformati per accogliere un vigneto di Falanghina e Piedirosso, un mandarineto, un’area destinata alla coltivazione in consociazione di varietà orticole autoctone e seminativi quali canapa e grano, nonché in un ampio polo didattico finalizzato alla formazione ed alla sensibilizzazione della popolazione locale. Il piano prevede l’applicazione del metodo della coltivazione permaculturale.

La permacultura è un metodo per progettare e gestire paesaggi antropizzati in modo che siano in grado di soddisfare bisogni della popolazione quali cibo, fibre ed energia e al contempo rafforzino la resilienza,ovvero ricchezza e stabilità di ecosistemi naturali.

Il piano di coltivazione proposto vuole essere un esempio di tutela e valorizzazione di un territorio attraverso l’attività agricola, ma soprattutto una proposta progettuale per rilanciare un territorio urbano in stato di abbandono. Il progetto ha tutti i caratteri per poter divenire un trampolino di lancio dell’economia di Monterusciello, in grado di creare, nel breve e nel lungo periodo, reddito ed opportunità lavorative.

Il piano si arricchisce di progetti distintivi della Coldiretti su tutto il territorio nazionale, quali la difesa della biodiversità e dell’origine attraverso “Eat Original”, l’incentivazione della cooperazione e dell’innovazione in agricoltura soprattutto tra i giovani, lo stimolo a cogliere tutte le opportunità della multifunzionalità agricola, tra cui la vendita diretta degli agricoltori con Campagna Amica.

adsense – Responsive – Post Articolo