ANGRI (SA). Bene confiscato affidato alla Protezione Civile

adsense – Responsive Pre Articolo

Il sindaco Cosimo Ferraioli, in piena sinergia con l’assessore al Patrimonio Caterina Barba, con l’assessore alla Protezione Civile Maria Immacolata D’Aniello e con il comandante della Poliza Locale Tenente Colonnello Anna Galasso, ha concluso l’iter di assegnazione dell’immobile di via Stabia, confiscato alla criminalità organizzata. Nel pomeriggio di ieri sono state consegnate le chiavi della struttura al personale della Protezione Civile comunale. Nelle prossime settimane il presidio sarà rafforzato con la presenza delle altre forze di soccorso presenti sul territorio, al fine di garantire un migliore coordinamento, ottimizzando interventi e servizi.

Il sindaco di Angri ha dichiarato: “Ancora un obiettivo raggiunto. Trasformare un bene sequestrato in un Polo di Protezione Civile era una delle priorità della nostra amministrazione. Da ieri il progetto è entrato nella fase operativa con l’avvenuta consegna delle chiavi.  Nasce dunque una base attiva sul territorio comunale, che ospiterà anche le altre associazioni che operano nel campo della prevenzione dei rischi e di sostegno alla popolazione”.

“Abbiamo destinato un bene ad una finalità sociale importante, che permetterà ai volontari un’azione congiunta sul fronte della prevenzione dei rischi naturali.  Il Polo di Protezione civile si aggiunge alla Casa Famiglia per Minori che sarà attivata tra breve, mentre per gli ultimi immobili acquisiti a patrimonio comunale, abbiamo già deciso le finalità di utilizzo e nel giro di qualche mese, procederemo alle assegnazioni”, ha invece dichiarato  Maria Immacolata D’Aniello – Assessore alla Protezione Civile

adsense – Responsive – Post Articolo