Antonio De Rosa premiato con con lo Spillino D’argento, conferimento simbolo dell’impegno e della dedizione rotaractiana. 

adsense – Responsive Pre Articolo

Si sente sempre più parlare di come le persone tendano ad ignorare i problemi altrui, mettendo sempre di più in evidenza i casi di menefreghismo sociale. Nelle persone cresce sempre più l’idea dell’impossibilità di cambiare le cose nel mondo. Nonostante questo avanzatissimo modo di pensare però, al giorno d’oggi ci sono persone che invece quando serve mettono a disposizione se stessi ed il proprio tempo per dare una mano, e molte volte cambiare le cose.

Ancora una volta infatti, Antonio De Rosa cittadino nostrano, ha avuto modo di distinguersi per le sue azioni nel campo della filantropia:

Dopo l’indiscutibile successo, per il numero di progetti e service, che egli ha portato avanti durante il suo scorso anno da Presidente del Club Rotaract avellinese, il giovane De Rosa ha avuto modo di far parte della cerchia dei Rappresentanti Distrettuali Rotaract.

Ad Antonio De Rosa è stato affidato, dallo stesso Rappresentante Distrettuale, il compito di portare avanti il service divulgativo denominato “Rotaractiani fino al midollo”. Grazie al suo spiccato senso del dovere civico e ai rapporti che egli aveva in passato con il Presidente dell’Associazione ADMO Campania, è riuscito nell’intento che il service presupponeva: sensibilizzare sul tema della donazione di Midollo Osseo.

Antonio De Rosa ha agito sulla popolazione organizzando numerosi convegni e seminari ai quali hanno avuto modo di partecipare professionisti del settore e lo stesso presidente dell’ ADMO Campania; a dare un senso alle numerose serate conviviali hanno contribuito le numerose testimonianze di ragazzi che hanno effettuato o ricevuto la donazione. Il risultato è stato un’emozionante serata all’insegna dell’educazione al dono.

Antonio De Rosa premiato con con lo Spillino D’argento, conferimento simbolo dell’impegno e della dedizione rotaractiana. In prima persona il giovane reclutatore di Midollo Osseo ha contribuito non solo alla sensibilizzazione del tema della donazione ma anche allo stesso reclutamento di donatori, impegnandosi su campo durante le giornate di raccolta e di inserimento a registro internazionale.

Bravura, buona volontà, spirito rivolto verso il prossimo e verso la filantropia sono stati i principi guida che hanno spinto e condizionato le azioni di questo giovane e ambizioso professionista.

Per aver dato un raro esempio di pura empatia verso il prossimo e per aver contribuito nel promuovere azioni e valori interni ai Club Rotaract, il Rappresentante Distrettuale in accordo con il Direttivo tutto, ha deciso di premiare Antonio De Rosa con lo Spillino D’argento, conferimento simbolo dell’impegno e della dedizione rotaractiana.

La speranza è quella di poter dare lustro a molti altri giovani professionisti come Antonio De Rosa, che con la semplicità che contraddistingue gli abitanti nostrani ha contribuito a circondare i poveri ammalati di leucemia non solo di persone ma anche di speranze.

 

adsense – Responsive – Post Articolo