Architetti ed ingegneri a confronto sulla pianificazione urbanistica in Campania

adsense – Responsive Pre Articolo

Oltre cinquecento i partecipanti al webinar organizzato dagli ordini degli architetti e degli ingegneri della provincia di Avellino dal titolo “ Prospettive per la pianificazione urbanistica in Campania”. Hanno aperto l’evento con un saluto il presidente degli architetti Erminio Petecca e il presidente degli ingegneri Vincenzo Zigarella. Hanno relazionato l’arch. Antonio Verderosa, specialista in procedure edilizie, i professori universitari e componenti dell’INU Michele GrimaldiFrancesco Domenico Moccia e Roberto Gerundo. Ha moderato l’incontro il vice presidente degli architetti Vincenzo De Maio. Il confronto è stato stimolato dall’intervento dell’arch. Verderosa che ha snocciolato alcuni dati. In Irpinia su 119 Comuni, i PUC approvati sono solo 17, quelli adottati 14, quelli in cui si è avviata la sola  fase preliminare 24, quelli che hanno dato incarico della redazione del PUC sono 72. Ciò comporta che ben 38 Comuni sono completamente inerti, 72 comuni sono ancora dotati del vecchio e superato PRG e ben 30 sono privi di strumento urbanistico in quanto dotati ancora del Programma di Fabbricazione. La regione Campania ha stabilito il termine perentorio del 30 giugno 2021 per l’adozione dei PUC e del 31 dicembre 2021 per l’approvazione, altrimenti si provvederà con l’esercizio dei poteri sostitutivi e quindi con il commissariamento dei comuni. Secondo il presidente E rminio Petecca il continuo consumo del suolo, non supportato dalla richiesta di nuovi vani, produce effetti negativi sul territorio, favorendo solo le lobby della speculazione edilizia ma anche i Comuni che continuano a fare cassa dal pagamento delle tasse per suoli edificabili.

adsense – Responsive – Post Articolo