AVELLA. Alberto Ciano: “La nostra amata Avella oggi si é arricchita ancor di più con questa creatura, il MIA (Museo Immersivo Archeologico)”

adsense – Responsive Pre Articolo

“Ci sono pensieri in ognuno di noi, che possono essere diversi, in sintonia, contrastanti. Dinnanzi a dei risultati incredibili, rispetto al dato di fatto, non può essere un mero pensiero disfattista, distruttivo, ingiurevole, a denigrare tutto quello che si fa di buono. La nostra amata Avella oggi si é arricchita ancor di più con questa creatura, il MIA (Museo Immersivo Archeologico). La nostra comunità da decenni chiedeva in rimpatrio dei nostri resti e dei ritrovamenti archeologici tenuti ovunque e sparsi per il mondo. Ora si trovano tra di noi, raccolti in uno splendido Museo, all’avanguardia, tecnologico. Un Tassello che arricchisce tutti noi, da trarre un vanto, ammirazione da tutti. Se solo pensassimo a quanto sia stato difficile nel passato ottenere tutto questo, avremmo sicuramente bruciato i tempi, ritrovandoci ora 50 anni avanti. Invece no, si pensava ad altro, si considerava la storia di questo paese, inventato in una favola. I nostri siti archeologici meri ruderi da pascoli. Oggi lo dico con convinzione ed ammirazione, il nostro paese é tra i più importanti dell’Irpinia e non solo. Il mio auspicio é quello di svegliarmi una mattina e leggere che ogni singolo cittadino di questa comunità, apprenda il valore di queste cose, il marcio lasciamolo agli altri. MIA AVELLA” – Alberto Ciano

adsense – Responsive – Post Articolo