AVELLA, APPALTI PUBBLICI: “LE PERDITE” DEL POZZO AL CASTELLO.

adsense – Responsive Pre Articolo

AVELLA, APPALTI PUBBLICI:  “LE PERDITE” DEL POZZO AL CASTELLO.Con Delibera di Giunta  n. 119 del 24.12.2012, l’Amministrazione Comunale ha approvato il progetto per la perforazione di un nuovo Pozzo alla località Castello. Dopo anni dall’inizio dei lavori nel mese di luglio dell’anno 2017, a causa della grave siccità, il Pozzo è stato messo in funzione.

Con provvedimento prot. n. 4116 del 08.07.2017, il Responsabile dell’Ufficio Tecnico, ha redatto Verbale di Somma Urgenza per la messa in funzione immediata del Pozzo al Castello, e a seguito di una indagine conoscitiva tra ditte specializzate, ha individuato la società SUDNOLO s.r.l. per fornire il carburante e  la messa in esercizio del Gruppo elettrogeno, nonchè permettere l’espurgo, la pulizia, la messa in pressione della rete idrica ed il prelievo per la certificazione della potabilità dell’acqua, il tutto, immediatamente, dal giorno 08 luglio 2017 al 31 dicembre 2017.

Con determina di Giunta Comunale n. 135 del 20.12.2017, tardiva, si è approvato l’impegno di spesa per la somma urgenza relativa al noleggio a caldo del gruppo elettrogeno,  alla fornitura di gasolio e tutto quanto previsto nel Verbale di SOMMA URGENZA.

Con determina del Responsabile del Servizio n. 137 del 04.05.2018 si è liquidato l’importo dovuto alla società SUDNOLO di euro 114.566,65 per il noleggio (euro 85,50 al giorno) e per il consumo del carburante (euro 445,05 al giorno).

A questo punto, gli Avellani, con certezza, possono confermare che dal giorno 08 luglio 2017 e sino al 30 novembre 2017, il Comune ha incaricato un proprio dipendente di alimentare il gruppo elettrogeno del Pozzo al Castello per il suo funzionamento. Ciò ci pone di fronte alla domanda più banale che possa esserci, ossia, il carburante chi l’ha fornito? A chi e quanto abbiamo pagato per questo carburante, visto che con determina n. 298 del 21 agosto 2017 si è proceduto alla liquidazione di una fattura di euro 11.755,99 per la fornitura di gasolio per il gruppo elettrogeno al Pozzo al Castello, periodo luglio 2017, alla società Gestione e Servizi srl.

Inoltre, nel mese di ottobre 2017, a seguito di esposto anonimo, l’ASL di Avellino, portata a conoscenza della messa in funzione del Pozzo, ha richiesto al Comune le analisi necessarie per il rilascio del certificato di potabilità dell’acqua, condizione indispensabile  per il suo funzionamento.

Cari Amministratori, perché i prelievi necessari a verificare la potabilità dell’acqua non sono stati effettuati tempestivamente mettendo a rischio la salute dei cittadini? Perché solo dopo la comunicazione dell’ASL  sono stati effettuati i prelievi? Perché tali prelievi sono stati effettuati attraverso il noleggio di un nuovo gruppo elettrogeno fornito da Imprecal srl? (Determina n. 097 del 24 aprile 2018 per l’importo di euro 2.580.00 e successive).  Perché i prelievi sono stati compiuti anche durante tutto l’anno 2018? Quando l’ASL di Avellino ha certificato la potabilità dell’acqua del Pozzo al Castello? E’ stata sospesa l’erogazione dell’acqua nei mesi successivi l’intervento dell’ASL di Avellino?

 Cari Cittadini quanti soldi sprecati da questa Amministrazione!!! Per noi è giusto che Avella sappia.

(Gruppo Consiliare “Cambia Avella”)

adsense – Responsive – Post Articolo