AVELLA. Chiara Cacace e il suo gruppo di minoranza mettono sul “banco degli imputati” l’amministrazione Biancardi

adsense – Responsive Pre Articolo

“In questi cinque lunghi e duri anni di Consiliatura Noi della Minoranza attraverso pubblici manifesti abbiamo reso note tante incongruenze e violazioni e male gestione di soldi pubblici. Generatore pozzo al Castello, Lavori scuola della Infanzia, attraverso costati circa 600 mila euro ed oggi oggetto di Azione Legale da parte della Ditta, Appalto pubblica Illuminazione con presenza di strane anomali , Manutenzione fogne e strade, Facciata ex Scuola Elementare al Convento. Per non parlare delle varianti come regola costante in tutti gli appalti molti aggiudicati con animali ribassi dallo 0,3% allo 0, 7%. Non abbiamo avuto risposta in merito alle osservazioni presentate né la parte politica ha verificato la fondatezza delle nostre affermazioni, e tutto è continuato ad accadere. Vogliamo parlare delle Licenze edilizie e di come vengono gestire? Delle cartelline gialle che passeggiano per il Corso o di chi paga gli Oneri di Urbanizzazione. In una sola parola diremo strane procedure ed #affari”.

adsense – Responsive – Post Articolo