Avella. “Incontri con la storia” sulla scia della civiltà normanna

adsense – Responsive Pre Articolo

Nel segno dell’Archeologia ritrovata, la proficua e interessante iniziativa di divulgazione e conoscenza storica, promossa dai Gruppi archeologici d’ Italia ed approdata alla sedicesima edizione, si aprirà lo scenario della Sala “Alvarez de Toledo” del Palazzo baronale, domani- venerdì 18 alle ore 17,00- per rivisitare squarci del racconto dell’epopea normanna nell’Italia meridionale. E’ l’intensa e affascinante epopea che in Campania ha esercitato rilevanti e diffusi influssi nella vita sociale e politica, oltre che nella produzione legislativa e negli assetti di organizzazione amministrativa, per non dire degli articolati e variegati sistemi castellari a tutela dei territori e dei borghi, di cui l’Irpinia custodisce notevoli testimonianze, tra cui spiccano quelle di Ariano, la città celebre per le Adunanze dei feudatari- meglio conosciute come Assise- indette e convocate tra il 1140 e il 1142 da Ruggiero II, re di Sicilia, dalle quali scaturirono quelle organiche disposizioni normative, che garantirono e regolarono la civile convivenza civile tra normanni, longobardi,arabi,greci ed ebrei, le cui culture e presenze erano innervate in modo capillare, per quanto fortemente diversificate, nel tessuto sociale dei territori meridionali in un’età in cui costruire e conservare la pace politica era compito arduo.
La speciale rivisitazione di domani è affidata al romanzo storico, intitolato “Il Normanno”, una intricata e intrigante narrazione ambientata nell’anno Domini 1111 a Monte Forte, l’attuale Monteforte Irpino – dove vive e risiede l’autrice Eleonora Davide, docente, geologa, laureata in discipline storico-musicali e giornalista- e all’ombra del suo maestoso Castello. Le vicende, di cui è protagonista il Normanno- il guerriero venuto dal Nord- saranno presentate e focalizzate da Diego Della Bella, manager del patrimonio culturale, Giuseppe Mollo, architetto e cultore di storia locale, Maria Paola Battista, giornalista e dall’autrice, Eleonora Davide. A rendere gli onori di ospitalità, il sindaco e presidente della provincia di Avellino, Domenico Biancardi. Intervento del sindaco di Monteforte Irpino, Costantino Giordano. Introdurrà, il professore Pietro Luciano.
L’iniziativa è promossa ed organizzata dal Gruppo archeologico “Amedeo Maiuri” in collaborazione con la Biblioteca comunale “Ignazio D’Anna” e la Pro Loco Abella.

adsense – Responsive – Post Articolo