AVELLA. La proposta di Chiara Cacace ai sindaci del baianese: “Chiudiamo il mandamento ai non residenti”

adsense – Responsive Pre Articolo

Chiara Cacace, capogruppo di “Cambia Avella”, lancia una proposta a tutti i sindaci del mandamento baianese, ovvero quella di chidere i confini mandamentali ai “forestieri” per cercare di proteggere l’area mandamentale,  in questo particolare momento storico, da contagi da Covid-19. Ecco la sua nota:

“Uniamo il Mandamento. Un appello ai Sindaci del Mandamento del Baianese. Per anni si sono fatte tavole rotonde per discutere di Unione o Fusione dei sei Comuni del Mandamento. Ora è il momento di rendere di fatto una #Unione. I nostri territori sono quasi senza confine territoriale, gli spostamenti delle persone spesso nemmeno si notano. In un momento così difficile, ed in un tempo in cui i Sindaci sono chiamati a decisioni complicate e dure, e le forze dell`Ordine deputate ai controlli (Vigili, Carabinieri e Finanza) impegnate spesso alla verifica del rispetto di provvedimenti diversi, credo sarebbe opportuno che le decisioni di #restrizioni e le ordinanze di #chiusura e #limitazione siano  le stesse in tutti i sei Comuni. Nella realtà siamo un solo territorio  anche per rapporti umani e familiari. Per aiutarci dobbiamo essere #uniti nelle scelte”.

adsense – Responsive – Post Articolo