AVELLINO. Insediamento del nuovo Vescovo di Avellino Mons. Arturo Aiello: il programma della giornata e le misure di sicurezza

adsense – Responsive Pre Articolo

Venerdì 30 giugno, nella Cattedrale di Avellino, si terrà la Concelebrazione Eucaristica per l’insediamento solenne di S. E. Rev.ma Mons. Arturo Aiello, Vescovo di Avellino. Essa sarà preceduta dall’accoglienza di Sua Eccellenza, in Piazza della Libertà, dove ci sarà il saluto del Sindaco di Avellino Paolo Foti al Vescovo e di quest’ultimo alla comunità diocesana. Per ridurre i rischi di qualsiasi genere legati all’installazione di un palco, si è deciso di fare il saluto dal balcone del Palazzo Vescovile, in Piazza della Libertà, 19. Questo avverrà alle ore 18:30. Per limitare i disagi al minimo indispensabile, sono state destinate, per l’occasione, due aree per il parcheggio dei fedeli, dove potranno parcheggiare anche i sacerdoti; una al campetto Santa Rita (anche per Bus) e l’altra a piazza Kennedy. Mentre per il parcheggio dei Vescovi, delle Autorità e dei parenti di Mons. Arturo Aiello è stata dedicata l’area che va da Via del Rifugio al parcheggio del Comune in via Errico Cocchia. Per consentire alla folla dei fedeli, che giungerà in Piazza della Libertà, di seguire al meglio, tale momento di saluto e di accoglienza, sarà installato un impianto di amplificazione. Per tale sosta e saluti sono stati ridotti i tempi e la modalità di accoglienza per eliminare ulteriormente cause di pericolo. A titolo di prevenzione prima di tale momento, dallo stesso impianto, i fedeli saranno informati riguardo tutte le procedure di sicurezza da mettere in atto. L’impianto sonoro verrà utilizzato per comunicare ai fedeli i percorsi di fuga e i servizi annessi. Inoltre, sempre nell’ottica di ridurre al minimo rischi e disagi ai fedeli, sarà installato anche un impianto visivo, posizionato in modo da essere accessibile solo agli addetti ai lavori. Dallo schermo saranno proiettate le immagini che andranno in onda nella Diretta Televisiva trasmessa a reti unificate su Prima Tivvù (Ch.213 e 640 visibile in tutta la Regione Campania), Telenostra (Ch.189 Subregionale). La cerimonia si può seguire anche in streaming sul portale web www.primativvu.it. Questo servizio è messo a disposizione della comunità, per consentire alle persone malate o impossibilitate di essere presenti, di seguire comodamente da casa la cerimonia. Tale schermo viene installato perché la capienza della Cattedrale è minima e la stessa piazza Duomo non può ospitare moltissime persone. Infatti, se si sommano le due capienze, si arriva ad un affollamento massimo di circa 3000 persone. Tale schermo, dunque, darà la possibilità, nel caso in cui questo numero venisse superato, di seguire la cerimonia dalla Piazza Libertà. In tal caso, dal sistema sonoro, si inviteranno i fedeli di non spostarsi a Piazza Duomo. Dagli schermi verranno proiettate, per ulteriore informazione, le mappe relative ai percorsi di sicurezza. Si precisa che il numero di fedeli viene preventivamente regolato e monitorato all’accesso in piazza della Libertà attraverso specifico varco sul fronte nord della stessa mentre le altre strade d’accesso vengono preventivamente sbarrate. Il Vescovo, dunque, condurrà in processione i fedeli verso Piazza Duomo, attraversando via Nappi e via Duomo. Lungo il percorso l’organizzazione provvederà a incanalare il flusso evitando ingorghi ed assembramenti. L’accesso alla suddetta piazza avviene esclusivamente attraverso via Duomo tenendo i restanti accesi chiusi e controllati. Anche in questo caso si può parlare di rischi di lieve entità, ragionevolmente accettabili, in quanto i fedeli risultano educati a tale pratica. Giunti alla piazza Duomo i fedeli vengono indirizzati all’interno della chiesa e nei diversi settori predisposti nella stessa, ad accoglierli. All’interno della chiesa è prevista un’affluenza massima di 600 persone tra fedeli, autorità e religiosi. Nei settori predisposti nella piazza con apposite transenne e nastro segnaletico, è prevista un’affluenza massima di circa 2226 persone. I settori circoscritti sono serviti da percorsi di sicurezza opportunamente dimensionati. I corridoi di fuga grandi sono larghi 4 metri, mentre quelli piccoli 2 metri. Le dimensioni della piazza consentono di recepire il suddetto numero di persone nel rispetto delle normative vigenti. Analogamente le vie di fuga esistenti. Esse sono idonee per lo sfollamento del numero di persone sopracitato. Viene inoltre pianificato un servizio di primo soccorso costituito da equipe medica (Misericordie) supportata da due autoambulanze facilmente raggiungibili. Una posizionata su via Santissimo, pronta per uscire e dirigersi all’ospedale e l’altra nella piazza Santissimo come presidio medico, la quale all’occorrenza potrà comunque uscire dalla piazza attraverso il percorso dedicato alla via di fuga. In quest’area di servizio, in largo di via Santissimo, vengono posti i bagni chimici (7 in totale tra cui 1 per disabili), e un mezzo dei Vigili del Fuoco a garanzia del piano antincendio. Inoltre viene garantita la distribuzione di acqua potabile con oltre tremila bottigliette da mezzo litro, dal servizio Safety dei volontari, che sono stati formati per l’occasione. Anche in piazza Duomo verranno installati un impianto visivo e uno sonoro, posizionati in modo da essere accessibili ai soli addetti ai lavori a ridosso del cantiere ex Seminario, opportunamente chiuso e perimetrato. Raggiunti i posti disponibili, la Cattedrale sarà inaccessibile, sarà possibile però, uscire della chiesa Cattedrale, per facilitare il deflusso in uscita, le porte della Cattedrale resteranno aperte. Il servizio d’ordine presente, costituito da volontari delle associazioni cattoliche del territorio, sarà pronto ad affrontare eventuali eventi imprevisti. L’analisi dei luoghi, le procedure pianificate consentono di considerare l’evento a rischio lieve. È responsabilità delle Forze dell’Ordine, strettamente collegate con il servizio d’ordine dei volontari e con i promotori dell’evento, monitorare e prevenire rischi di natura diversa. La capienza delle aree di svolgimento dell’evento, per la valutazione del massimo affollamento sostenibile è stata calcolata utilizzando il coefficiente di 3,5 persone a metro quadro. I fedeli in piazza saranno disposti in piedi. Su tutto il percorso idonea segnaletica per l’esatta indicazione delle vie di fuga e vie di allontanamento in forma ordinata e dei servizi. I cento volontari, con compiti di accoglienza, instradamento, regolamentazione dei flussi anche in caso di evacuazione, osservazione ed assistenza del pubblico, saranno ben visibili abbigliati con pettorine gialle sulle quali vi è la scritta “Diocesi di Avellino”. Tutti gli spazi di soccorso sono raggiungibili dai mezzi di assistenza e manovra. La cerimonia dovrebbe terminare intorno alle 21:00.

adsense – Responsive – Post Articolo