Avellino, parcheggio P.zza Libertà: parla il Soprintendente

adsense – Responsive Pre Articolo

Vi abbiamo già parlato qualche giorno fa del parcheggio interrato di piazza Libertà e della polemica nata dal Moviemento 5 stelle secondo cui il progetto risulterebbe un salasso per le tasche dei poveri cittadini. Arriva ora una posizione netta da parte del Soprintendente per i beni architettonici e paesaggistici di Avellino e Salerno, Gennaro Miccio, che chiarisce la vicenda all’interno di un convegno tenutosi all’ex carcere borbonico: “Qualunque indirizzo su questa materia si voglia dare ai progettisti, va prima concordato con il Ministero”. Miccio ha parlato di incompatibilità tra il parcheggio sotterraneo e l’assetto di una piazza, che verrebbe condizionata funzionalmente e nella sua cornice urbana dalla stessa infrastrutturazione sotterranea, ponendo nel contempo al Comune l’interrogativo sul destino delle fontane ormai vecchie oltre mezzo secolo, non eliminabili o modificabili senza una preventiva verifica ministeriale. Il soprintendente ha quindi ribadito la doverosa disponibilità a dialogare con l’amministrazione su quegli indirizzi che il Ministero e il Comune dovranno fornire al progettista, chiunque sarà scelto, prima di passare ad un disegno partecipato e condiviso della piazza principale di Avellino. Per il Sindaco di Avellino le parole pronunciate dal Soprintendente rappresentano una conferma della validità del cammino intrapreso. Foti per ora ascolta tutti, lo ha chiarito anche ieri sera, ma poi porterà la sintesi in Consiglio comunale, dove toccherà ai gruppi decidere sul progetto per la piazza e sul futuro assetto urbano di un Capoluogo che nei prossimi tre anni dovrà plasmarsi come il cuore dell’Irpinia europea.

adsense – Responsive – Post Articolo