BAIANESE. Franco Vittoria: “Prima che sia troppo tardi!”. L’esponente politico chiede la convocazione di un consiglio intercomunale sulla questione Stir Tufino

adsense – Responsive Pre Articolo

Sulla questione dello Stir di Tufino e i disagi che in questi giorni i cittadini dell’area circostante stanno subendo a causa dell’aria irrespirabile  e nauseabonda interviene anche il dirigente nazionale del Partito Democratico nonchè consigliere comunale di Sperone Franco Vittoria. Ecco la sua richiesta indirizzata ai sindaci e consiglieri comunali del mandamento.

Al sindaco di Sperone
Al sindaco di Avella
Al sindaco di Mugnano del Cardinale
Al sindaco di Baiano
Al sindaco di Sirignano
Al sindaco di Quadrelle
Ai consiglieri comunali del Baianese
Egregio Sindaco,
Egregio consigliere comunale
Era l’estate del 2014 e come in questi giorni il puzzo proveniente dall’impianto di tritovagliatura di Tufino creò allarmi e segnalazioni di malori. Cinque anni dopo, con intermezzo di ogni estate ci risiamo ad “assistere“ e respirare con le mani legate al puzzo e all’inquinamento.
Egregi  sindaci e consiglieri comunali, i paesi del Baianese confinanti con lo Stir di Tufino subiscono da anni gli effetti negativi del funzionamento dell’impianto di tritovagliatura e non possiamo continuare ad assistere in silenzio alla subdola presenza di miasmi e inquinamento senza “verificare” l’impatto sulla salute dei cittadini e senza chiedere alle autorità competenti controlli e commissione d’inchiesta e di verifica! Troppi decessi nei nostri paesi, troppe patologie tumorali accompagnano la vita di molte persone. Il cancro sta diventando compagno di viaggio di tante donne e tanti uomini. La scelta di vivere nei nostri paesi ci deve interrogare ad ognuno di noi cosa facciamo per rendere la nostra terra madre e non matrigna. Non ci resta molto tempo per affrontare una vertenza ambientale che consuma ogni giorno la speranza del futuro .
Credo che sarebbe cosa buona e giusta convocare un consiglio comunale del Baianese invitando tutte le associazioni ambientali  impegnate sul territorio e presentare tre proposte per fare dell’ ambiente un obiettivo vitale.
Occorre una commissione d’inchiesta sul funzionamento dello Stir e l’impatto sulla salute dei cittadini .
Occorre“Aprire“ un capitolo di bilancio in ogni comune del Baianese e affrontare le tematiche delle patologie tumorali in raccordo con le Università.
Occorre un cantiere verde e ordinanza plastic -free.
Questa lettera aperta, vuole solo essere un primo passo per iniziare a prendere coscienza che i primi atti vanno consumati coinvolgendo le istituzioni e i Rappresentanti democraticamente eletti, certo di una vostra sollecitudine nella speranza che su questi temi ci possa essere un’unica bandiera: la salute!
Franco Vittoria

adsense – Responsive – Post Articolo