BAIANO. Il gruppo consiliare “Io ci credo” interroga il sindaco chiedendo di conoscere lo stato degli edifici scolastici comunali

adsense – Responsive Pre Articolo

Nella seduta consiliare del 30 novembre scorso a Baiano il gruppo consiliare “Io ci credo”, che fa capo all’avv. Emanuele Litto, ha presentato una interrogazione per conoscere lo stato dei lavori di adeguamento antisismico della scuola materna di via Scafuri. Lavori che, come afferma la interrogazione, sono ormai fermi da diversi mesi.  Sette interrogativi a cui dovranno rispondere sindaco e maggioranza ovvero:

  • Di conoscere se gli impianti (termico, idraulico, elettrico) ed in particolare le caldaie rispettano la normativa vigente in materia;
  • Se le scale di emergenza sono munite di idonea certificazione;
  • Se è intenzione dell’amministrazione intervenire al fine di rimuovere le esistenti barriere architettoniche;
  • Se è intenzione dell’amministrazione di intervenire al fine di mettere in sicurezza gli spazi esterni;
  • Se è intenzione dell’amministrazione di intervenire al fine di dotare i suddetti edifici scolastici di arredi e suppellettili conformi alla vigente normativa;
  • Se del caso indicare con quale priorità e con quali somme intende intervenire;
  • Se e in che modo l’amministrazione comunale intende reperire i fondi necessari alla messa in sicurezza degli edifici scolastici.

Vedremo cosa rispondere la maggioranza retta dal sindaco Enrico Montanaro e se le risposte si riterranno esaurienti. Per l’opposizione consiliare baianese la sicurezza degli edifici scolastici è un punto fondamentale da non sottovalutare.

Ecco l’interrogazione presentata:

Al Presidente del Consiglio Comunale

 OGGETTO: interrogazione circa lo stato degli edifici scolastici comunali.

 I sottoscritti signori, EMANUELE LITTO, nato a Napoli, il 28/06/1975, GIANPAOLO PETRILLO, nato ad Avellino, il 02/06/1975, e STEFANO LIETO, nato a Baiano, il 29 aprile 1958, nella loro qualità di consiglieri comunali di Baiano,

PREMESSO  CHE

  1. Con richiesta di accesso agli atti, depositata presso l’U.T.C , gli scriventi consiglieri richiedevano di visionare nonché di estrarre copia dei certificati di agibilità riguardanti gli edifici scolastici insistenti sul territorio comunale;
  2. Con nota del 15.11.2017, l’U.T.C. seppur rilevava l’esistenza dei rispettivi collaudi statici, ribadiva comunque la necessità, soprattutto per l’edificio della scuola media, di interventi di adeguamento sismico rispettosi delle più recenti normative edilizie;
  3. Con riguardo all’impiantistica, l’U.T.C. seppur rilevava la vetustà degli stessi, precisava che: “non vi sono problemi di sicurezza immediati che non consentano il regolare svolgimento delle attività didattiche e sono presenti i presidi minimi di sicurezza prescritti dalla norma”;;
  4. Per la sicurezza antincendio, seppur rispettate le norme essenziali di sicurezza antiincendio, “non sono stati  rinvenuti certificati di prevenzione incendi”;
  5. Non sono stati rinvenuti certificati di agibilità;

CONSIDERATO CHE

La scuola, unitamente alla famiglia, ha una valenza primaria ed insostituibile nella società;

RILEVATO INOLTRE CHE

  1. Parte degli arredi e delle suppellettili non  rispettano pienamente le norme sulla sicurezza degli ambienti scolastici.
  2. Le aree esterne dei suddetti edifici scolastici sono in totale stato di abbandono;

Tanto premesso e considerato, per i motivi sopra esposti, i consiglieri comunali, come sopra individuati

INTERROGANO IL SINDACO e LA GIUNTA

in merito alle seguenti questioni:

  • Di conoscere se gli impianti (termico, idraulico, elettrico) ed in particolare le caldaie rispettano la normativa vigente in materia;
  • Se le scale di emergenza sono munite di idonea certificazione;
  • Se è intenzione dell’amministrazione intervenire al fine di rimuovere le esistenti barriere architettoniche;
  • Se è intenzione dell’amministrazione di intervenire al fine di mettere in sicurezza gli spazi esterni;
  • Se è intenzione dell’amministrazione di intervenire al fine di dotare i suddetti edifici scolastici di arredi e suppellettili conformi alla vigente normativa;
  • Se del caso indicare con quale priorità e con quali somme intende intervenire; 
  • Se e in che modo l’amministrazione comunale intende reperire i fondi necessari alla messa in sicurezza degli edifici scolastici.

BAIANO, lì 30 novembre 2017

I CONSIGLIERI COMUNALI 

Emanuele Litto                        Gianpaolo Petrillo                         Stefano Lieto

 

adsense – Responsive – Post Articolo