BAIANO. Il dirigente Scolastico Vincenzo Serpico: “In questo tempo sospeso per il Coronavirus non dimentichiamoci delle persone affette da autismo”

adsense – Responsive Pre Articolo

Il questo tempo sospeso per le problematiche legate al Coronavirus, in tanti si sono distratti rispetto alla giornata sulla sensibilizzazione alle tematiche afferenti alle persone con la sindrome di autismo.

È come se queste persone disabili avessero subito una “sordina”, che non ha concesso a tutti noi di avere la giusta attenzione.  Le attività didattiche sospese hanno tolto una propizia occasione, affinché si potesse parlare di autismo, in considerazione del fatto che nelle aule scolastiche quella dell’autismo è una realtà vissuta. Pensiamo a questi giorni in cui la separazione dal mondo esterno, viene vissuta con profonda difficoltà, con forti amarezze e con qualche tratto di tristezza. È il caso di pensare a quelle famiglie che hanno i loro cari con questa particolare patologia ed il pensiero va a tutti coloro che in questi momenti vivono un contesto  ” di segregazione ” nei centri specializzati, dentro i quali non possono accedere persone amiche, affetti sinceri che potrebbero in certi frangenti rompere il muro della incomunicabilità. 
Fermiamoci qualche istante e, partendo dalle persone con autismo, volgiamo il nostro sguardo a tutte le persone disabili, che vivono momenti pesanti di esclusione sociale e di emarginazione personale. Questo 2 aprile sia per tutti i  cittadini, uomini e donne, ragazzi e ragazze, giovani ed anziani, l’appuntamento per ricordare che gli autistici sono individui dignitosi che dalla società chiedono senza richiedere, aspettano senza invitare, sopravvivono senza vivere!
VINCENZO SERPICO 

adsense – Responsive – Post Articolo