BAIANO. Verso il voto dell’11 giugno. Pubblico confronto tra Carlo Mascheri, Emanuele Litto e Enrico Montanaro

adsense – Responsive Pre Articolo

Nell’aula consiliare riflettori aperti sugli obiettivi programmatici degli schieramenti per il rinnovo degli. organi elettivi del palazzo comunale.

Si svolgerà domani- martedì 30 MAGGIO  alle ore 19- il libero e pubblico confronto di idee e di ipotesi di progetto sia sulla realtà esistente che di prospettiva per Baiano, in vista dell’elezioni a turno unico dell’ 11 giugno prossimo, per il rinnovo degli organi elettivi della civica amministrazione per il ciclo 2017\2022; confronto, che sarà animato da Carlo Mascheri, Emanuele Litto ed Enrico Montanaro, candidati alla guida del governo locale con il di sostegno delle liste civiche contrassegnate dai motti Baiano in cammino, Iocicredo e Baiano civica. A coordinare il confronto, in programma nella Sala consiliare del Palazzo comunale, sarà Gianni Amodeo. Promosso e indetta dal Circolo socio-culturale “L’Incontro”, il confronto tra gli aspiranti all’esercizio del ruolo di “Primo cittadino” si colloca nel quadro delle iniziative di cittadinanza attiva, che rientrano negli obiettivi e nelle finalità dello Statuto del sodalizio di via Luigi Napolitano.

 A fare da filo conduttore del confronto, saranno le tematiche delineate dall’assemblea dei soci del sodalizio, incardinate nel rapporto irreversibile tra i valori di Giustizia e Legalità, con l’ancoraggio ai principi dell’ Efficienza, Efficacia ed Economicità, con cui va sostanziata l’azione amministrativa. Eccone il prospetto.

 AMBIENTE

Politica comunale in materia urbanistica ed edilizia; fiscalità locale e percorsi di riduzione dei relativi carichi tributari.

SERVIZI SOCIALI

Politiche di sostegno alle attività produttive e al lavoro; Giovani e Terza età; sostegno all’associazionismo, alla pratica sportiva; politiche sanitarie (accompagnamento di malati bisognosi di cure ospedaliere).

TERRITORIO

Politiche di valorizzazione, tutela e salvaguardia del territorio sia per il complesso collinare di Gesù e Maria, sia in ordine alla rigenerazione naturalistica dell’area di Fontana Vecchia, sia in connessione con la riqualificazione ambientale del patrimonio boschivo, con specifico riferimento all’ area montana di Arciano, prefigurandone non solo il recupero della tipicità colturale dei castagneti, in virtù delle importanti risorse disponibili nella programmazione del Psr del Por-Campania 2014\2020, ma anche quale Polo attrattore del turismo eco-ambientale, con l’utilizzo dell’ex-Casone, quale Ostello e Sito di ristoro;

Politiche di “messa in valore” del patrimonio immobiliare disponibile del Comune, il ruolo de “La Selva dei poveri” nell’area di Arciano, la destinazione di utilità sociale ed economica dell’ex-Macello e del restaurato complesso dell’ex-Cine-teatro “Colosseo”; Viabilità rurale.

UNIONE INTERCOMUNALE

Politiche di promozione per il passaggio dall’attuale Unione intercomunale del Baianese e dell’Alto Clanis – soggetto più simbolico che Istituzione operativa- alla Fusione, per strutturare la Municipalità unica della Città produttiva, ecosostenibile ed europea, di cui Avella é il cuore vivo e pulsante con la sua millenaria Storia.

 

adsense – Responsive – Post Articolo