Borsa: consigli e suggerimenti per iniziare a investire nonostante il rischio inflazione

adsense – Responsive Pre Articolo

Il rischio inflazione torna a spaventare l’Europa in seguito alla presentazione dei dati nell’area Euro all’inizio del 2021. I valori sono stati più elevati rispetto a quanto si aspettava l’Unione Europea, arrivando a quota +0,9%, mentre la stima si attestava intorno allo 0,4%. In generale, quasi tutti gli analisti finanziari concordano nel prevedere un rialzo dell’inflazione nei mesi che verranno, sulla scia di quanto sta accanendo nel Stati Uniti. Tuttavia la BCE non sembra essere troppo spaventata dall’aumento del costo del denaro e prosegue nella direzione degli aiuti economici agli stati membri della UE.

Benché la pandemia di Covid abbia pesantemente penalizzato alcuni settori strategici dell’economia, in particolare il turismo e il trasporto aereo, non sono mancate ottime opportunità d’investimento: a trainare i titoli in Borsa sono stati ovviamente l’exploit delle grandi industrie farmaceutiche e sanitarie, ma anche le azioni delle Big Tech americane. Durante i mesi di lockdown nella primavera 2020, inoltre, le piattaforme di trading hanno registrato un forte aumento degli iscritti a livello globale, segno che l’interesse nei confronti di questo settore si mantiene molto alto.

Chi desidera iniziare a investire in Borsa deve però informarsi circa il funzionamento e l’andamento dei mercati finanziari al fine di puntare sui migliori asset disponibili ed individuare così le migliori opportunità di guadagno.

I consigli per giocare in Borsa

Rispetto al passato oggi è più facile decidere di investire in Borsa perché è possibile farlo anche da casa in completa autonomia, senza passare, quindi, dalla mediazione delle banche tradizionali. In questo senso i broker che consentono di fare trading online anche ai non professionisti sono stati una vera rivoluzione nel mondo della finanza perché hanno “democratizzato” un settore che fino a una ventina d’anni fa era saldamente in mano agli istituti di credito.

Il principiante che desidera giocare in Borsa può, quindi, scegliere di farlo in modo indipendente dal proprio pc di casa aprendo un conto presso una piattaforma di trading. Valutare a quale broker affidarsi, tuttavia, è fondamentale, sia per la riuscita dell’investimento, sia per non incorrere in truffe. Pertanto, occorre prestare attenzione e selezionare solo broker ampiamente conosciuti dalla comunità finanziaria e in possesso delle regolari licenze emanate dagli organismi di controllo (come le regolamentazioni Consob e CySEC).

Borsa e inflazione

L’inflazione è un valore che ha un enorme peso nel contrattazioni finanziarie perché, in genere, al suo aumento segue un periodo di forti oscillazioni sul prezzo dei titoli. Per questo motivo è fondamentale seguire con costanza le news economiche ed essere pronti a modificare la propria asset allocation qualora gli assestamenti del mercato lo ritenessero necessario. C’è un settore in particolare, nel quale il rischio inflazione è un dato che influenza moltissimo l’andamento delle speculazioni ed è il Forex.

Il Forex (dove l’acronimo sta per Foreign Exchange) è una particolare tipologia di cambio valutario in cui una valuta viene convertita con un’altra (la “coppia valutaria”) e, con i suoi 5,000 miliardi di dollari di volume medio giornaliero, rappresenta uno degli asset più diffusi e importanti dell’economia globale.  La ragione per la quale l’inflazione è così importante nel mercato del Forex risiede nel fatto che essa ha il potere di erodere il valore reale di una moneta, inoltre essa ha un grande peso anche nel determinare i tassi di cambio tra una valuta e l’altra. Che si decida di investire nel Forex o nelle azioni, è in ogni caso essenziale seguire l’andamento dell’inflazione in tutte le principali economie ed essere pronti a modificare il proprio budget in base al grado di rischio che comporta.

 

 

adsense – Responsive – Post Articolo