Calcio. Con la matricola dell’Eclanese nasce la nuova società Città di Avellino SSD, militerà in Eccellenza.

adsense – Responsive Pre Articolo

Con la matricola dell’Eclanese 1932 Calcio, nasce la nuova società denominata Città di Avellino SSD, che militerà nel Campionato Regionale di Eccellenza 2020/2021.

Il nuovo sodalizio poggia le proprie fondamenta su una realtà consolidata del panorama dilettantistico irpino, il Football Club Avellino, che negli ultimi anni ha basato la propria programmazione ricercando profili giovani e “Made in Irpinia”, disputando sempre campionati di vertice.

Dopo aver rifondato, nella scorsa stagione, il settore giovanile dell’U.S. Avellino 1912, lasciando in dote alla società professionistica un buon parco giocatori, molti dei quali già aggregati alla prima squadra, Alberto Colarusso e Sebastiano Galluccio si preparano ad una nuova stimolante e difficile avventura.

La nuova società parte in netto ritardo rispetto alle altre compagini, ma con lo spirito positivo di cercare di creare qualcosa di innovativo.
Il claim della newco “Don’t follow anyone, mark your way” guarda in questa direzione, lanciando un chiaro segnale di voler creare un percorso autonomo, senza volersi uniformare a concetti calcistici già visti in passato.

Il modo di intendere il calcio dell’FC Avellino, infatti, è stato un azzardo che ha dato ragione, così come la territorialità con cui è stato rifondato il Settore Giovanile dell’U.S. Avellino ha guardato nella stessa direzione.

Per quanto riguarda i quadri societari, cede lo scettro lo storico presidente Antonio Casale, che diventa il Presidente Onorario del nuovo sodalizio, lasciando il ruolo a Marco Galluccio.

Seguiranno nei prossimi giorni comunicati per ufficializzare compagine societaria, staff tecnico e calciatori.

adsense – Responsive – Post Articolo