CALCIO, COPPA ITALIA SERIE C. Buon esordio dei lupi, due volte in vantaggio e raggiunti. Paganese-Avellino 2-2.

adsense – Responsive Pre Articolo

Paganese (3-5-2): Campani (1’st Baiocco); Mattia, Sbampato, Schiavino (15’st Scarpa); Carotenuto, Gaeta (15’st Lidin), Capece, Bonavolonta’, Perri; Alberti (28’st Dammacco), Diop (41’st Guadagni). A disp.: Scevola, Pelliccia, Cavucci. All. Erra.

Avellino (3-5-2): Tonti; Zullo (19’st Njie), Morero, Laezza; Petrucci (14’st Celjak), Palmisano (37’st Silvestri), Di Paolantonio, Rossetti, Parisi (15’st Micovschi); Alfageme, Albadoro (37’st Carbonelli). A disp.: Pizzella, Falco, Saporito, Corcione. All. Ignoffo.

Arbitro: Acanfora di Castellammare di Stabia.

Guardalinee: Piedipalumbo e Nasti.

Note: ammoniti Sbampato, Alfageme e Celjak; recupero 0′ pt e 4’st.

Reti: 5’pt Alfageme (A), 41’pt rig. Diop (P), 18’st Celjak (A), 24’st Mattia (P).

di Lucio Ianniciello

Buona la prima per l’Avellino. Gruppo costruito in pochi giorni e ancora da completare, partenza in netto ritardo tanto da non poter giocare nemmeno un’amichevole. A Pagani e’ l’esordio assoluto e i lupi rischiano pure di vincere portandosi due volte in vantaggio. Ignoffo si affida al 3-5-2, stesso schema per gli azzurrostellati. Gioca Tonti in porta, per Abibi manca il transfer, Zullo titolare in difesa così come Palmisano a centrocampo a scapito di Silvestri, in attacco al momento non si può andare oltre la coppia Alfageme-Albadoro, due punte esperte e di categoria. Dopo 5′ Avellino in vantaggio, Zullo evita problemi più grossi in difesa e da’ il la’ alla ripartenza con Alfageme pronto ad insaccare di piatto. Grandi occasioni non se ne vedono ma al 39′ Parisi atterra Gaeta in area di rigore. Non ci sono dubbi sul penalty che l’arbitro Acanfora decreta e Diop realizza mandando Tonti dall’altra parte del pallone. Nella ripresa sono i due subentrati Micovschi e Celjak a confezionare il nuovo vantaggio irpino, Rossetti avvia l’azione, il romeno imbecca il difensore croato che al volo non lascia scampo al portiere Baiocco, subentrato a Campani. La Paganese non si arrende ma viene aiutata dall’Avellino, infatti la difesa ospite non e’ irreprensibile su un corner e Mattia di testa firma il 2-2. I ragazzi di Ignoffo ci riprovano con una sventola di Albadoro a cui si oppone Baiocco e due conclusioni di Alfageme ma il risultato non si schioda.

 

adsense – Responsive – Post Articolo