Calcio. Il Saviano subisce la prima sconfitta interna ad opera dell’Ariano

adsense – Responsive Pre Articolo

L’Ariano espugna lo stadio P. Pierro di Saviano con il risultato di 3 a 2 dopo una partita rocambolesca, incerta e nervosa. Il Saviano 1960 assapora ancora una volta l’amaro sconforto dell’immeritata sconfitta, dopo le due sconfitte esterne con la Bisaccese e la Polisportiva  Lioni (recupero) e accetta il verdetto a malincuore anche se c’è il rammarico di aver vissuto alcuni momenti sfortunati e alcune decisioni arbitrali sfavorevoli. Questo non vuol dire che la carica agonistica necessaria  è stata debole per ottenere la vittoria, anzi i locali si sono battuti con determinazione ed impegno, anche se la sfortuna e le avversità hanno vinto. Adesso si riparte da zero con Mister Minichini che aiuterà i giocatori a riprendere la strada giusta per consolidare l’obiettivo della Società neroverde, cioè quello di ottenere una posizione tranquilla in classifica. La squadra, cara al Presidente Giuseppe De Falco, dopo questa sconfitta barcolla ma non molla avendo tutte le carte in regola per risollevarsi. Eppure i locali avevano iniziato abbastanza bene la gara mettendo sotto pressione gli ospiti in diverse occasioni con Auricchio e quando tutto sembrava avverarsi, ecco il colpo a sorpresa di Capodilupo al 7’ che sblocca il risultato e porta in vantaggio i rossi ospiti. Poi per niente fino alla fine del primo tempo i diversi assalti del Saviano hanno impensierito la retroguardia ospite. All’inizio del secondo tempo al 47’ Ascione riprende un tiro respinto dal portiere Mazzone ed insacca portando i neroverdi sul pari. Al 60’  avviene l’apoteosi negativa del Saviano che sbaglia un calcio di rigore con Rivitti e l’arbitro Coscarelli annulla un gol regolare qualche minuto dopo. Al 62’ arriva  l’autorete di Trinchese, che riporta l’Ariano in vantaggio e 10 minuti dopo Ascione, però, riporta in parità il risultato, riprendendo un calcio di rigore di Rivitti  respinto dal portiere. La partita sembra ormai incanalarsi sul risultato di parità, quando allo scadere della gara, il Saviano, dopo aver fallito una facile occasione per il sorpasso, subisce la beffa di Cavotta che di testa indovina l’incrocio alla destra di Bardet. ASC D SAVIANO 1960 – Bardet, Trinchese, Incarnato, Rivitti, Notaro, Zoppino, De Stefano, Relli, Auricchio, Marulli, Ascione. A Dispos. Pelliccio, S.Falco, Iovino, Montagnolo, F.Ambrosino, Vitale, Sepe, Lucignano. N. Falco. All.re Natale Minichini. VIS ARIANO 1946  – Mazzone, Galasso, la porta, Barbuto, Lo Conte, Savarese, Cavotta, Luzzi, Capodilupo, Bernardo, Margarit. A Dispos. Ragazzo, Celentano, Giuliani, Jonathan, Barbieri, Purcaro, Miano. All.re Gaetano Fasano. ARBITRO Coscarelli di Salerno. Assistenti: Sorriso di Frattamaggiore e Gaeta di Notera inferiore. RETI: al 7’ Capodilupo (A), al 46’ e 72’ Ascione (S) , al 62’ Autorete di Trinchese (S), al 90’ Cavotta (A). (Pasquale Iannucci)  

adsense – Responsive – Post Articolo