CALCIO. Parla il dg del San Tommaso Annino Cucciniello: “Ci sentiamo orfani di strutture, stagione a Pratola Serra ma il nostro campo sarà sempre il Roca”.

adsense – Responsive Pre Articolo

di  Lucio Ianniciello

Oggi nella sala stampa del Partenio Lombardi ha preso parola anche il dg del San Tommaso Annino Cucciniello. Pochi giorni fa la società avellinese e’ risultata aggiudicataria della gestione dello stadio “Comunale” di Aiello del Sabato: “Siamo aggiudicatari per nove anni, ci può essere un rinnovo per altrettanti. Questa società vuole fare calcio, c’è bisogno di strutture e il San Tommaso non ne ha. Ho sentito dire che ad Aiello si potrebbe giocare nelle prossime gare interne di D, li’ al momento più che andare a caccia non si può fare. Ringrazio il sindaco e il vice sindaco di Aiello. Siamo al lavoro col Presidente Marco, ci auguriamo che tra un anno e mezzo il campo che abbiamo preso in gestione sia utilizzabile”. Spiega la situazione attuale: “C’è una deroga per Pratola Serra e contiamo di giocarci in questa stagione. La nostra casa però e’ stata, e’ e sarà sampre il “Roca” di San Tommaso. Ringraziamo il sindaco Festa a cui abbiamo strappato una promessa, a breve il “Roca” sarà di questa società. Ci muoveremo su più campi. Ci sentiamo orfani di strutture. Il nostro segretario ha avuto meno difficoltà a organizzare la tre giorni siciliana che il match di domani contro l’ACR Messina”. I problemi ci sono a livello di strutture, il dg va più a fondo: “L’Avellino ha i suoi problemi e il San Tommaso non può aspettare le altrui comodità. Non e’ una polemica ma un ringraziamento al Comune di Avellino e all’Us Avellino che si sono resi disponibili. Noi abbiamo bisogno di spazio altrimenti pagheremo a caro prezzo questo nostro peregrinare. Speriamo di portare il settore giovanile ad Aiello in modo da avere più possibilità a Pratola Serra”.

adsense – Responsive – Post Articolo