CALCIO, SERIE D. Il San Tommaso domenica riceverà il Troina, Liquidato: “Squadra scorbutica, partita ostica, ora inizia il nostro campionato”.

adsense – Responsive Pre Articolo

di Redazione sportiva

Nell’ultimo match il San Tommaso ha subito un poker dal Giugliano, sconfitta senza appello ma Liquidato apre così la conferenza pre gara contro il Troina: “Abbiamo perso meritatamente, fino al 30′ però in campo un ottimo San Tommaso. Poi, subito il gol al 32′, ci siamo sciolti come neve al sole. Siamo all’altezza finché non subiamo gol. Col Savoia abbiamo arretrato una volta subito l’1-1, a Palermo i gol ce li siamo fatti noi. Domenica scorsa il Giugliano e’ venuto fuori con i suoi elementi cardine. Non bisogna abbattersi quando si perde ed esaltarsi quando si vince”. Domenica al Partenio Lombardi arrivano i siciliani del Troina: “Squadra scorbutica, giovane, indecifrabile, tanti stranieri che sono stati messi insieme, bisogna tenerla in considerazione. Sappiamo i loro punti di forza, cercheremo di colpirli in quelli deboli”.

Ci si sofferma su defezioni e recuperi oltre che sul bilancio delle prime 4 gare: “Sono io l’acciaccato (ride per i punti di sutura sul sopracciglio), abbiamo recuperato Branicki e perso Varricchio che non sarà della gara. Per il resto tutti a disposizione. Prevedevamo che avremmo collezionato 2-3 punti nelle prime quattro partite, saremmo stati contenti e invece ce ne ritroviamo quattro. Per noi il campionato inizia adesso. Ci vuole equilibrio, siamo andati a sfidare il Giugliano con la consapevolezza di fare qualcosa in più. Dobbiamo stare sul pezzo fino alla fine”. Si chiude su quello che potrà essere domenica: “Contro il Troina e’ una partita dura, ostica, loro si metteranno dietro la linea della palla. Se prestiamo il fianco rischiamo di prendere una marea di ripartenze che non possiamo permetterci”.

adsense – Responsive – Post Articolo