Camaiore a luci rosse: mariti traditi con i migranti nel centro profughi

adsense – Responsive Pre Articolo

La singolare vicenda è venuta a galla dopo un’interrogazione sulle presenze sospette nella casa di accoglienza

#Lido di Camaiore le ‘vecchie comari’ non si limitano al ‘pettegolezzo’ e alle ‘invettive’ ed hanno deciso di soddisfare le proprie voglie. Le gentili signore del comune in provincia di Lucca hanno rivisitato in parte il capolavoro di Fabrizio De André ed hanno vestito i panni di ‘bocca di rosa’. Tutto è partito da un’interrogazione parlamentare del capogruppo di Forza Italia che ha segnalato strani movimenti al centro di accoglienza della Misericordia che da tempo ospita i profughi. Nello specifico Riccardo Erra aveva segnalato la presenze di ragazze nigeriane e possibili incontri bollenti nell’appartamento riservato ai #migranti. Con il trascorrere dei giorni la questione ha scatenato un vivace dibattito politico con il sindaco di Camaiore, Alessandro Del Dotto, che ha deciso di inviare i vigili urbani a verificare l’attendibilità della segnalazione.

I controlli notturni hanno confermato la presenza delle donne di colore nel centro di accoglienza.

Le segnalazioni sulla presenza di nigeriane

La notizia è stata immediatamente comunicato al sindaco ed al presidente della Misericordia che era pronto a richiamare all’ordine i vivaci ospiti. Gli agenti della polizia municipale  hanno precisato che il viavai non si limitava alle amiche nigeriane nascoste sotto il letto. A questo punto il primo cittadino che chiesto che la questione fosse chiarita in ogni dettaglio e i vigili urbani hanno riferito di aver visto diverse concittadine recarsi a tarda ora al centro profughi e non certo per spirito di carità cristiana. Mogli di noti professionisti, casalinghe ma anche giovani sono state viste introdursi nell’appartamento destinato ai migranti.

‘Le auto si fermavano per diverse ore’. In pochi giorni le vetture sono diventate decine con i vigili che hanno assistito quasi increduli a quegli inaspettati incontri notturni a #luci rosse.

Casalinghe in ‘processione’ e reazioni social

Nel giro di pochi istanti quello che sembrava essere un pettegolezzo si è trasformato in realtà con tutte le conseguenze del caso. Gli incontri a luci rosse nel centro di accoglienza è diventato il principale argomento di discussione dei punti di ritrovo camaioresi. Non sono mancati i commenti ironici con il dibattito che è diventato ancor più rovente sui social network. ‘Questa sì che è accoglienza ed integrazione’. Nel frattempo è partita la caccia alle fedifraghe ed alle giovani amanti ed in città in tanti hanno deciso di tentare la strada della fortuna giocando al lotto i numeri del singolare episodio in stile boccaccesco.

adsense – Responsive – Post Articolo