Camposano: Riecco Barbato in sella… ad un trattore!

adsense – Responsive Pre Articolo

È tornato Barbato.  Il sindaco un po’ sceriffo un po’ giardiniere e qualche volta vigile urbano si è palesato come soleva fare prima di questo esilio forzato, a bordo di un trattore con il quale per ore ed ore, sotto un sole non certo conciliante di un sabato quasi estivo, ha tagliato l’erba del campo da calcio del rione Gescal di Camposano dove infatti, appena terminato il lavoro, si sono rimaterializzati i bambini armati di pallone e tanta voglia di riappropriarsi del campo. Non pago, è stato visto sostituire i sacchetti dei contenitori dei rifiuti del rione con indosso il mitico cappellino d’ordinanza, un “must” del “Barbato Style, con al seguito la squadra intenta alle grandi manovre di pulizia e cura del verde pubblico sotto gli occhi dei cittadini del rione ben lieti di rivedere tanto impegno. Poi che sia bastone e carota o scudiscio che “sciocca”, l’importante è che si faccia, hanno detto alcuni presenti. Certo è che l’esempio di prestarsi in prima persona al lavoro funge senz’altro da monito oltre che diventare un messaggio forte di comunicazione non verbale.
Com’è o come non è, riecco Barbato per strada: gilet a petto nudo, sudato e cesoie nella fondina da sceriffo.

Felice Sorrentino

Camposano: Riecco Barbato in sella… ad un trattore! Camposano: Riecco Barbato in sella… ad un trattore!

adsense – Responsive – Post Articolo