In carcere il responsabile dell’omicidio della 50enne uccisa in bagno. E’ un trentacinquenne di Nola

adsense – Responsive Pre Articolo

Nelle mattinata odierna, in Ottaviano (NA), i Carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, a conclusione di immediata ed articolata attività info-investigativa, hanno dato esecuzione ad un decreto di fermo di indiziato di delitto, emesso da questa Procura della Repubblica, nei confronti del pregiudicato PARENTE Mario (nato a Nola il 01 luglio 1981, domicilialo nella frazione di San Gennarello di Ottaviano), ritenuto responsabile dell’omicidio preterintenzionale della cittadina ucraina SHOVKOPLIAS Viktoriia (classe 1961, incensurata), rinvenuta cadavere, nella giornata di ieri, presso l’abitazione del fermato, a seguito di una ferita lacero contusa alla parte posteriore del cranio. L’intervento dei Carabinieri, diretto da questa Procura, attraverso le numerose dichiarazioni testimoniati, ha consentito di ricostruire univocamente le responsabilità del PARENTE che, dopo l’ennesima lite con la donna, alle ore 3:00 circa del 3 novembre, all’ingresso del proprio appartamento, spintonava la straniera facendola cadere per terra, procurandole la grave lesione. La donna, dopo aver tentato di chiedere aiuto, decedeva all’interno del bagno dell’abitazione. La salma è stata traslata presso il II Policlinico di Napoli per il successivo esame autoptico, mentre il Parente è stato tradotto al Carcere di Napoli Poggioreale .

adsense – Responsive – Post Articolo