Castello di Cisterna: per evitare l’arresto il figlio del capo del gruppo criminale si tuffa dietro un muretto. Preso dai carabinieri

adsense – Responsive Pre Articolo

Si aggirava con fare sospetto nel cortile dell’insediamento popolare chiamato “la Cisternina” ma doveva essere ai domiciliari poiché giudicabile per spaccio. Nicola Ianuale, 26enne, già noto alle ffoo e figlio di Vincenzo detto “ ‘o squadrone ”, quando si è accorto dei carabinieri, per evitare l’arresto, si è sdraiato faccia a terra dietro ad un muretto delle palazzine.
La mossa però è stata vana perché i Carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna lo hanno riconosciuto, raggiunto e arrestato per evasione. Dopo le formalità è stato di nuovo tradotto ai domiciliari e attende il giudizio con rito direttissimo.

adsense – Responsive – Post Articolo