Celzi di Forino (Av): Alle parole non sono seguiti i fatti. Il dramma non ha scosso l’animo di nessuno

adsense – Responsive Pre Articolo

Celzi, la stagione invernale e delle grandi piogge avanza. Tutti ricordano le tragiche immagini del mese di febbraio c. A allorquando giornali, telegiornali e mezzi di informazione “servivano” alla Provincia irpina, alla Regione, all’intera nazione il dramma di tanti cittadini sommersi e sequestrati dalle putride acque piovane nelle rispettive abitazioni. Celzi è “una carta sporca” per tutti, ma i tanti “notabili” che si sdegnarono, si indignarono, si volevano prodigare sono scomparsi, disciolti come neve all’equatore. Un problema di anni non affrontato a dovere e che ancora non si affrontera ‘. Ci sarà nel prossimo Ottobre c.a. un nuovo Sindaco, l’ ennesimo della saga, ci saranno di nuovo le indicibili immagini della tragedia, ci saranno di nuovo i media a mostrare la vergogna, si perché allo stato attuale giugno 2021, nulla é stato fatto per Celzi, o quantomeno l’avvio di un misero cantiere per la pulizia delle vasche di decantazione aperto e chiuso in tre giorni e mezzo, ora fermo e non si capisce la ragione. Intanto all’ orizzonte solo nuvole oscure si addensano sui prossimi destini della piccola frazione di Forino che a questo punto per il prossimo inverno può fare solo affidamento sulla clemenza metereologica e la bontà del fato, salvo qualche improbabile ” miracolo politico” dell’ ultima ora. Daniele Biondi

Celzi di Forino (Av): Alle parole non sono seguiti i fatti. Il dramma non ha scosso lanimo di nessuno

adsense – Responsive – Post Articolo