CERVINARA. Lavoro negato, Amoriello comincia lo sciopero della fame

adsense – Responsive Pre Articolo

Problematica lavoro. In un Paese già martoriato dalla disoccupazione, in particolar modo al Sud, l’emergenza Covid 19 si è abbattuta come un macigno sulle spalle dei tanti lavoratori precari. Quando poi il problema viene innescato da una pubblica amministrazione, il caso diventa eclatante. Sembra essere questa la vicenda che sta affliggendo Franco Amoriello, escluso di fatto dal Comune di Cervinara, insieme ad altri ex operai, dal nuovo bando per la manutenzione del verde pubblico cittadino. Franco Amoriello si è subito sentito discriminato. Disperato, per quello che a suo dire è un caso di “lavoro negato”, ha cominciato da giorni un pericoloso e estenuante sciopero della fame. Appartenete anche ad una “categoria protetta”, Amoriello chiede dignità. Per denunciare “gli abusi che sta subendo” e per far in modo di ristabilire ad horas la legalità, si è rivolto allo studio dell’avvocato irpino Augusto Guerriero. Il legale, da parte sua, sin da subito disponibile a portare avanti questa battaglia a favore di Amoriello ha avviato tutte le azioni del caso “per fare chiarezza e per tutelare un diritto fondamentale di ogni persona: il lavoro”.

adsense – Responsive – Post Articolo