CICCIANO. “Isola Ecologica”, primo bilancio o.k., arrivano i “bonus” premiali per il conferimento diretto dei rifiuti differenziati

adsense – Responsive Pre Articolo

E’ stata inaugurata nel novembre del 2016, a conclusione di un articolato percorso, innescato e seguito con metodica cura dalla civica amministrazione per la progettazione e la realizzazione dei lavori dell’impianto, con le risorse economiche rese disponibili dalla Regione- Campania. E’ l’ ” Isola ecologica”, strutturata con efficienza e modalità costruttive d’avanguardia, resa operativa a regime pieno nel 2017. Un sistema, funzionale sia alla raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani con il servizio portaaporta che al conferimento diretto all’”Isola ecologica”dei rifiuti differenziati per tipologia. Ed è di sicura valenza positiva il bilancio sociale che va registrato per il conferimento diretto, che si è attestato sulla soglia di oltre ottocento utenze -corrispondenti ad altrettanti nuclei familiari- che si sono valse della disposizione, prevista dal regolamento specifico dell’amministrazione, guidata dal sindaco Raffaele Arvonio, che contempla appunto la possibilità di depositare i rifiuti solidi urbani in base alle loro tipologie di codice negli stalli della struttura, secondo il calendario dei turni giornalieri e di orario. Semplice e lineare, il conferimento con l’utilizzo della tessera elettronica che registra il peso dei rifiuti conferiti; registrazione fatta dal totem in automatico e sotto la sorveglianza degli addetti, senza possibilità di tarocchi.

CICCIANO. “Isola Ecologica”, primo bilancio o.k., arrivano i “bonus” premiali per il conferimento diretto dei rifiuti differenziati E’ una modalità recepita dalla comunità cittadina- in procinto ormai di attestarsi sulla soglia demografica dei 13 mila abitanti- con una risposta di  superiore ad ogni più ottimistica previsione, fatta dagli amministratori. Una risposta di civismo virtuoso, trattandosi del primo anno di approccio sperimentale nell’utilizzo dell’impianto, determinando  interessanti e significative riduzioni nei costi generali per la programmazione, organizzazione e gestione del servizio. In particolare, sono calati i costi per il secco indifferenziato e per lo smaltimento della frazione umida \ organica dei rifiuti solidi urbani, nonostante l’incremento dei costi all’origine. Sono i percorsi,che, a loro volta, hanno fatto scattare nel giro di un anno l’incremento della “differenziazione” dei rifiuti dal 57% al 61%  con la certificazione controllata secondo i parametri normativi.

E’ un bilancio sociale encomiabile per la comunità cittadina, a cui corrisponderanno i “bonus” di risparmio sulle “tasse” da versare per il servizio-rifiuti. Un impegno assunto, quando l’”Isola ecologica” fu attivata e che l’amministrazione dell’ Ente di corso Garibaldi si appresta  ad onorare, assegnando i “bonus” di risparmio ai nuclei familiari virtuosi, sulla base della graduatoria dei quantitativi dei materiali conferiti nel corso dell’anno e in rapporto alla consistenza numerica dei nuclei familiari; graduatoria, che sarà resa pubblica tra qualche settimana.

Su queste basi, il Consiglio comunale   ha varato il nuovo Piano per la tassa sui rifiuti, la cosiddetta Tari, che vale un milione e 600 mila euro. Il Piano contempla la copertura integrale di tutti i costi dei servizi di raccolta, smaltimento, pulizia delle strade e d’igiene ambientale, gestiti da un’impresa del territorio, la Green Line.

“Gli elementi statistici parlano chiaro- ha dichiarato il sindaco Raffaele Arvonio– la funzionalità dell’”Isola ecologica” rappresenta un servizio di qualità ben organizzato, di cui ha usufruito una larga platea di cittadini. Il criterio del conferimento diretto si è rivelato una formula di particolare utilità, stimolando e sollecitando lo spirito di partecipazione responsabile dei cittadini nel rendere più vivibile la città. Ritengo che il trend avviato proseguirà e i “bonus” che saranno assegnati, costituiscono per l’amministrazione una scelta che va oltre il valore economico in sé e per sé, certamente importante per i tempi che corrono; ed è soprattutto elemento di coesione civile”.

adsense – Responsive – Post Articolo