Cicciano. Muore a soli 39 anni. L’amico scrive: “Gente di camorra… Vivete come? In una cantina senza potervi godere il sole”

adsense – Responsive Pre Articolo

Oggi ho ricevuto una telefonata,  un amico  è deceduto a 39 anni per una malattia a causa di tutto quello schifo che voi, gente di camorra avete messo nelle NOSTRE TERRE, state spezzando la vita alle persone a noi care, ci avete spezzato un futuro e rovinato quello dei nostri figli,  ma questo perché? Per soldi, per potere, quel potere che prima o poi vi mangerà l’anima…
Fate questo “lavoro” ma a che scopo? Per vivere come? In una cantina senza potervi godere il sole, il mare di questa bellissima città che state distruggendo… voi per me non siete ne uomini comuni, ne uomini d’onore ma siete a monnezz ra gent, la notte prima di chiudere gli occhi riflettete, pensate a quello che state facendo, qui vivono anche i vostri figli, i vostri nipoti, ci state rovinando.
Mi auguro che prima o poi Napoli si sveglia e si ribelli perché voi, camorristi, non siete degni ne di vivere ne di godervi questa città,  colpite i più deboli e non sapete neanche più fare il vostro lavoro, per uccidere un pregiudicato colpite per SBAGLIO una bambina, ma non  vi fate schifo?
Wuaglio riprendiamoci la nostra città dalle mani di questa gente che non canta nulla, e come disse Bellavista, vi conviene?….

Pasquale Bifulco

adsense – Responsive – Post Articolo