CICCIANO (NA). “Parcheggi a pagamento – Quando le istituzioni perdono credibilità!”

adsense – Responsive Pre Articolo

L’Associazione denominata Centro Studi “Il Campanile”, registrata all’Agenzia delle Entrate il 14 giugno 2006 al n° 6092 – Serie 3a – C.F. n° 92027270633, associazione autonoma che persegue esclusivamente finalità di solidarietà e promozione sociale senza fini di lucro relative alla tutela dei diritti dei cittadini, della salute e dell’ambiente, con sede legale in Cicciano (NA) alla Via Gorizia, 15,
L’associazione si vede costretta ad esprimere, il più profondo dissenso dalle scelte poste in essere da questa amministrazione e contestualmente, rivolgere un appello a tutti coloro ( chi ha votato a favore e/o contro) , senza interessi di parte, affinché tutti insieme si ponga fine a questo quotidiano e continuato stillicidio di legalità e menzogne.
Il 27 giugno 2018 Corrado giurava da Sindaco e, presentando le linee programmatiche di mandato, approvate con voto favorevole dell’intero gruppo di maggioranza, dichiarava: “Il risultato elettorale ci assegna, e assegna a me in particolare, una grande responsabilità: fare tornare Cicciano la città di un tempo e rendere coloro che hanno dato fiducia a me e a questa maggioranza orgoglioso del loro voto e della nostra città”.
Uno degli impegni primari che la lista assumeva con gli elettori era quello di garantire “L’accessibilità e la piena fruibilità del territorio per chi vive condizioni di disagio fisico”.
Impegni mantenuti sino ad ora = zero. Ma con la delibera di Giunta Municipale n° 74 del 09/07/2019 si sono superati, stabilendo di dare mandato al Responsabile del Settore Polizia Municipale, su proposta dello stesso, di avviare la gestione delle aree di sosta a pagamento, addirittura imponendo il pagamento anche a chi vive in condizioni di disagio fisico.
Nel corpo della delibera si legge che l’Ente, per i tre mesi di prova, dovrà sostenere una spesa certa di € 38.933,00, ai quali vanno aggiunti eventuali costi per la segnaletica orizzontale e verticale, a fronte di un eventuale beneficio ipotetico di € 11.975,00.
Ma l’aspetto più sconcertante è la decisione della Giunta di far pagare i ticket nelle aree delimitate dalle strisce di colore blu anche ai portatori di handicap, ovvero quelli che posseggono il contrassegno per disabilità: vale a dire che chi vive già in condizione di disagio dovrà pagare sull’intero territorio comunale una tariffa ridotta del 50%, ma tale riduzione non si applica in Corso Garibaldi e in Via S. Anna (come a dire che i portatoti di handicap al centro di Cicciano non li vogliano!!!). HANNO MENTITO PRIMA E DOPO!!!
Alcuni quesiti al Responsabile della Polizia Locale: secondo la nostra interpretazione del codice della strada, il Comune che decide di realizzare aree di parcheggio a pagamento, deve sostanzialmente rispettare due regole:
1) non è possibile restringere la carreggiata per realizzare aree destinate al parcheggio a pagamento ostacolando lo scorrimento del traffico ;
2) nell’ambito della stessa zona urbana (non necessariamente la stessa via) gli spazi contrassegnati con le strisce blu (parcheggi a pagamento) si devono alternare con quelli delimitati dalle strisce bianche (parcheggi gratuiti); ciò al fine di consentire agli automobilisti di esercitare un loro sacrosanto diritto di utilizzo delle aree urbane che, in quanto tali, sono pubbliche .
Ritenendo che non basta criticare cosa fa la maggioranza, ci chiediamo cosa fanno le opposizioni che sono state in silenzio finora, anche a fronte di fatti gravissimi. Non far nulla e starsene zitti è a volte un gran vantaggio, ma non si capisce per quale opposizione questo silenzio è un vantaggio.
Un’amministrazione comunale può essere forte per i suoi meriti o per l’assenza dei suoi avversari. L’attuale amministrazione non rientra nella prima ipotesi. Quindi le opposizioni devono farsi sentire, perché il loro silenzio significa accondiscendenza.
Il PRESIDENTE – Umberto DE LUCA

CICCIANO (NA). Parcheggi a pagamento   Quando le istituzioni perdono credibilità!

adsense – Responsive – Post Articolo