CILENTO, la terra dove il tempo rallenta il passo

adsense – Responsive Pre Articolo

Si snoda lungo La Via Silente il volto di un Cilento ancora inesplorato che, per oltre 500 km, attraversa serre, antiche case coloniche, campi di grano ed ulivi centenari trasformate, con lavoro costante e nel tempo, in preziose realtà produttive.

Immerso nella natura, semplice, ma unico, custode dei veri “valori rurali”, l’Agriturismo è il vero ambasciatore del territorio, capace, con la propria ospitalità, di fare conoscere, non solo la campagna, ma anche i suoi prodotti proposti in pochi piatti, ma genuini, sani e di qualità. Qui, a Pioppi, piccolo borgo di pescatori in provincia di Salerno, dalla lunga spiaggia rocciosa ed un mare premiato con la “Bandiera Blu” e con le “5 Vele” di Legambiente, è nata, grazie a Ancel Keys, scienziato statunitense, la Dieta Mediterranea, che nel 2010 ha ottenuto dall’Unesco il riconoscimento di Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità. Palazzo Vinciprova, ospita il Museo Vivente della Dieta Mediterranea, con cinque sale espositive.

CILENTO, la terra dove il tempo rallenta il passoPer chi ama una cucina semplice, di qualità e piena di gusto, KARIBU Club di Pioppi è il ritrovo dello Chef “pescatore” Angelo Elefante, che usa pescato e orto a km 0 (il mare davanti il ristorante, l’orticello sul retro!). Tutto dipenderà da cosa Angelo ha pescato la notte precedente. Si potranno gustare (in foto) spaghetti, ragù di ricciola, gamberi, timo limonato, finocchietto e datterino giallo oppure con alici fresche, pomodorini e finocchietto selvatico, “E’ il piatto che mio nonno preparava in barca dopo la giornata di pesca” mi confida Angelo Elefante, chef e titolare, insieme al fratello Rino Elefante, di Karibu vacanze a Pioppi, palcoscenico naturale del bell’evento Cilento di Gusto Art of Mixology, dell’Associazione Cilento Sport&Cultura appena concluso, dedicato alla dieta mediterranea ed ai fantastici prodotti del Cilento

Poco distante, a Castelnuovo Cilento (SA) un piccolo centro nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, sulla costa tra Punta Licosa ed il promontorio di Palinuro, l’Agriturismo Parmenide è un esempio di laboriosità, passione, agricoltura sana e rispetto per natura e persone, con servizi accurati di qualità, prodotti a K0 ed una cucina dai sapori davvero autentici. Dagli anni ’70, Nicola Lamberti coltiva, con orgoglio, qualità ed eccellenze. Camere pulite, piscina splendente e tanti spazi verde, piatti gustosi e freschi realizzati dallo chef Alfredo Barone, espressione della migliore tradizione cilentana. Un giro nelle serre vicine, farà apprezzare ancora di più la freschezza e la qualità di frutta e verdura, che traboccano di fragole dolcissime, zucchine, carciofi e zucche. Nelle vicine stalle, mucche, capre e conigli sono uno spettacolo da non perdere.

CILENTO, la terra dove il tempo rallenta il passoPoco oltre, sempre a Castelnuovo Cilento, l’agriturismo Anna dei Sapori è la bella azienda familiare di Anna Nigro, che, insieme ai genitori, al marito Felice ed alle loro due figlie, da 15 anni, promuove la valorizzazione dell’economia e delle tradizioni locali, veri motori di sviluppo delle comunità rurali ed un’agricoltura sostenibile e di qualità, dove scoprire i piatti autentici e le cose buone e sane della terra cilentana, come i carciofi ‘mbuttunati, ovvero carciofi ripieni con uova e tanto formaggio, cacioricotta, e, poi, fritti in olio bollente. Anna Nigro, tra l’altro, ha fondato il Bio-Distretto Cilento, il primo al mondo ed oggi, al vaglio di intere comunità economiche internazionali, che è stato formalmente riconosciuto nel 2009, Delibera n. 1491 Regione Campania (BURC n. 63 del 19 ottobre 2009) e, poi, nel 2011 come associazione non profit, promossa e coordinata dall’ AIAB Campania, sviluppata all’interno dell’area del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. L’anno scorso, insieme al prof. Fabio Caporali, uno dei più autorevoli studiosi di agro-ecologia, già Professore Ordinario di Ecologia Agraria presso l’Università della Tuscia (Viterbo), Anna Nigro ha presentato il primo Quaderno del Bio-Distretto Cilento dal titolo quanto mai esaustivo: “Anna dei sapori e dei saperi – un modello aziendale sinergico”.

Federica Guerriero

adsense – Responsive – Post Articolo