Il Conservatorio di Avellino, il laboratorio creativo per bambini dai 5 ai… 95 anni

adsense – Responsive Pre Articolo

Musica con la M maiuscola di scena a “Casina del Principe” di Avellino nell’ambito della rassegna Be Food dell’associazione Segninversi. Continuano infatti gli appuntamenti della rassegna “Il Cimento dell’armonia e dell’invenzione” a cura del Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino. Questa sera, lunedì 30 giugno, alle ore 19.30 la Casina del Principe ospita il concerto: “Musica a Napoli nel XVIII secolo” a cura dei maestri  Vincenzo Corrado, Pier Francesco Borrelli, Enrico Baiano, Rosario Totaro. Ensemble del laboratorio di musica antica del conservatorio Cimarosa. In programma, musiche di Scarlatti, Jommelli, Avitrano, Porpora, Mancini. Grande spazio anche alla creatività, ai bambini e non solo. Dalle 19.00 alle 21.00 si svolgerà il Laboratorio Creativo rivolto ai bambini dai 5 ai 95 anni, intitolato “Be Food Past’ – ART – ack”; a cura di Mattia Di Paolo, Giovanni Lombardi, Pietro Satiro, Giuseppe Spagnuolo, Alfredo Vella. Domani, martedì 1 luglio, alle ore 21.00 di scena le musiche e le tradizioni popolari. Ci sarà, infatti, la presentazione di corsi e laboratori di tradizioni popolari, a cura della Scuola di Tarantella Montemaranese, Luca Rossi e Tonuccio Corona. Il laboratorio è rivolto a tutti, principianti ed esperti. Degno di nota il curriculum artistico di Luca Rossi. Ha infatti collaborato con Enzo Avitabile, Teresa de Sio, Marcello Colasurdo, Orchestra Popolare Campana, in dischi, tournée e film. I suoi tamburi ed il suo naturale carisma lo hanno accompagnato in concerti, seminari e rappresentazioni teatrali sia in Italia che all’estero. Dall’Armenia a Bangkok passando per la Grecia, Lituania, Tunisia, Austria e Germania. Tra le sue pubblicazioni, i libri in rima del “Raccontaio” dedicati al teatro popolare campano ed il metodo didattico bilingue per tammorra.

adsense – Responsive – Post Articolo