Contrada (Av): Ritrovate dal Nucleo dei Carabinieri Tutela Patrimonio di Napoli le antiche maioliche di San Michele Arcangelo. Ecco l’annuncio del Sindaco De Santis

adsense – Responsive Pre Articolo

Era il mese di ottobre dell’anno 2013 quando a Contrada venne perpetrato da mani sacrileghe un furto che scosse un’intera comunità. Nella notte tra il 18 ed il 19 furono trafugate le antiche maioliche di una raffigurazione dell’Arcangelo Michele poste nell’edicola votiva posizionata nella intersezione tra Via Fratte e Via Puzzone.  Il clamore e l ‘ indignazione fu tanta,  per il forte legame devozionale e personale dei Contradesi.  Stasera un lietissimo annuncio da parte del Sindaco De Santis,  proprio nel giorno dell’  8 Maggio,  allorquando il popolo di Contrada da secoli sale al Monte Faliesi per onorare il suo Patrono.  Il COVID19 che pareva aver “rovinato la tradizione”  é  stato sopraffatto da questa inaspettata notizie,  che vale più di una festa. San Michele ritorna a Contrada.  Ecco l ‘annuncio del Sindaco De Santis: “A conclusione di questa giornata che ha evocato nelle menti e nel cuore di tutti noi forti emozioni e tanta nostalgia per il mancato ripetersi di una tradizione millenaria legata ai festeggiamenti dell’otto maggio, voglio condividere con tutti Voi una bellissima notizia, quasi un segno propiziatorio della vicinanza del nostro amatissimo San Michele alle comunità di ContraContrada (Av): Ritrovate dal Nucleo dei Carabinieri Tutela Patrimonio di Napoli le antiche maioliche di San Michele Arcangelo.  Ecco lannuncio del Sindaco De Santisda e di Forino. Pochi minuti fa mi è stato comunicato dai Carabinieri tutela patrimonio di Napoli il ritrovamento delle antiche formelle riproducenti San Michele asportate dalla edicola votiva posizionata alla intersezione tra via Fratte e via Puzzone. I molti anni passati non davano più speranza che quanto asportato potesse essere ritrovato. Eppure così non è stato! Il ritrovamento proprio in questo giorno, oltre che a riempirmi di gioia, ha il sapore di un vero e proprio segno divino e ben augurale che San Michele ha voluto dare alla comunità di Contrada e di Forino che sono uscite indenni da questo difficilissimo momento storico senza pagare conti in termini di vite umane. Posso dirmi soddisfatto di come i Cittadini di Contrada hanno affrontato l’intera fase emergenziale e di come quest’oggi si siano attenuti al rispetto dei divieti legati all’ ascesa al Monte Faliesi. Soddisfatto allo stesso modo del comportamento e della responsabilità dei vicini e fraterni amici di Petruro. Poche le eccezioni riscontrate, ma si sa diversi sono gli attori che farebbero di tutto per accaparrarsi un palcoscenico anche in spregio del proprio prossimo. Contrada e i Contradesi hanno dato segno di maturità, responsabilità e rispetto delle norme. L’appuntamento con la tradizione, sia per la Madonna di Monserrato sia per San Michele, non è annullato per quest’anno ma semplicemente rinviato. Questa una mia personale promessa, questo l’impegno di tutta l’amministrazione comunale”. Da.  Bio

adsense – Responsive – Post Articolo