Crisi aziende in Irpinia, Picone della Cisal Metalmeccanici: “Ci attende un periodo di duro lavoro, diverse vertenze sul tappeto anche nella nostra provincia, serve un intervento diretto delle Istituzioni”

adsense – Responsive Pre Articolo

In Irpinia dobbiamo fare fronte a vertenze aperte ed altre che potrebbero esplodere da un momento all’altro. La Cisal Metalmeccanici è pronta a affrontare e discutere la situazione nelle nostre realtà che non poco stanno pagando a causa degli effetti dell’emergenza Covid

– A parlare è il Segretario Provinciale della Cisal Metalmeccanici, Massimo Picone, che prosegue  “Occorre un confronto vero tra sindacati e imprenditori che sia teso ad aprire un fronte nuovo con le Istituzioni al fine di affrontare in maniera seria una crisi che non ha paragoni con il passato.

Non si può non pensare di risolvere le difficoltà imprenditoriali senza un intervento da parte del pubblico. Occorrono investimenti e proprio il sindacato ha il compito di discutere con le Istituzioni per fornire un quadro veritiero della situazione in Irpinia. Gli investimenti di Invitalia appaiono oggi determinanti a Nusco, per la Ema e le aziende interessate a Flumeri. Servono risposte concrete perché c’è il rischio che di qui a qualche mese ci si potrebbe ritrovare a dover gestire preoccupanti situazioni di emergenza lavorativa”.

adsense – Responsive – Post Articolo