DAGLI STATES alla LUNA con VISIT USA Italy.

adsense – Responsive Pre Articolo

Il 2019 segna un anno quanto mai importante a celebrare una delle missioni più coinvolgenti per tutta l’umanità, compiuta dagli americani: l’atterraggio sulla luna il 20 Luglio 1969. Gli Stati Uniti lo festeggiano con trasporto con miriadi di eventi, anche con una collezione di luoghi grandiosi da visitare o da scoprire, inclusi musei eccezionali oltre ai centri NASA e alle località di rilievo di ogni missione spaziale.

Apollo 11 fu la missione spaziale che per prima portò gli uomini sulla Luna, gli statunitensi Neil Armstrong e Buzz Aldrin, il 20 luglio 1969 alle 20:18 UTC. Armstrong fu il primo a mettere piede sul suolo lunare, sei ore più tardi dell’allunaggio, il 21 luglio alle ore

20 luglio 1969: il giorno che consacrò Armstrong, Aldrin e Collins alla Storia

Non poteva che giungere da Washington la notizia dell’avvio delle celebrazioni che nel 2019 ricorderanno l’impresa che portò l’uomo a conquistare la Luna. Allo Smithsonian’s National air and space museum sono infatti iniziati i preparativi per celebrare la missione Apollo e il primo storico allunaggio di Neil Armsotrong e Buzz Aldrin. Nell’occasione verranno esposti oggetti spaziali che non erano mai stati visti prima, o che mancavano da molti anni nei musei. Il sito del museo che illustra l’iniziativa è possibile visitarlo qui

Per festeggiare un anniversario così importante VISIT USA ITALY lancia un’iniziativa “stellare” che si sdoppia eccezionalmente in due eventi speciali organizzati durante BIT, Borsa Internazionale del Turismo a Milano. Un progetto che vede vari attori coinvolti il lunedì 11  Febbraio 2019 presso Fiera Milano City nell’appuntamento fieristico del turismo internazionale nel quale l’ASSOCIAZIONE VISIT USA espone con uno stand.

Abbiamo creato due momenti di celebrazione in BIT” – afferma Olga Mazzoni, Presidente di VisitUSA Italy – “uno al mattino del lunedì 11 che interesserà esclusivamente la stampa di settore per un incontro-conferenza quanto mai stimolante. La gradita sorpresa é l’ospite d’eccezione, Dottor Luca Urbani che oltre ad essere stato un astronauta dell’ASI é un esperto ricercatore di medicina spaziale e nella quotidianità un medico chirurgo“.

 In quest’ambito VISIT USA Italy produrrà una collezione di viaggi sul tema spaziale statunitense, grazie al contributo dei suoi soci specialisti della destinazione e degli Enti del Turismo degli stati che sostengono l’Associazione.

L’altro evento é un convegno pomeridiano sempre il Lunedì 11 febbraio, ove la squadra di VisitUSA Italy accompagna in un viaggio a dir poco spaziale illustrando alcune tappe fenomenali non solo della storia – quella vera, della missione fortemente voluta da JFK – ma anche di un’esperienza di viaggio negli Stati Uniti d’America, toccando mete anche inusuali, spesso non pubblicizzate, e proprio per questo motivo nuove ed originali”. Ad arricchire ed approfondire il convegno pomeridiano l’ospite Dott.ssa Letizia Davoli specialista in radioastronomia, giornalista professionista, autrice televisiva e conduttrice del programma “C’è Spazio” su TV2000.

Se la Conferenza Stampa mattutina per ovvi motivi é destinata solo a selezionati partner media, il Convegno é aperto a tutti coloro che vogliono non solo scoprire gli USA sotto una lente diversa, cosmica e celebrativa, bensì anche curiosità letterarie, cinematografiche e musicali, e perché no, anche fumettistiche. I temi che VISIT USA Italy toccherà in BIT 2019 sono tutti accattivanti e “spaziano” in ambito interplanetario, o interstellare o cosmico, tra astronautica e cosmonautica, tra astronavi, sonde, stazioni spaziali. Un’impresa “stellare” che l’Associazione propone a tutti coloro che amano gli Stati Uniti d’America.

Sapevate che gli Americani lasciarono la terra 49 anni fa, esattamente il 16 luglio, per compiere il primo atterraggio sulla Luna in un razzo creato e costruito in buona parte in Alabama? E che gli Americani ci stanno ritornando a bordo di un razzo che è ora in via di sviluppo alla Rocket City di Huntsville?

HUNTSVILLE si prepara a celebrare il 50° Anniversario del primo allunaggio nell’anno d’oro 2019: il countdown è iniziato e i festeggiamenti coincidono con le celebrazioni del 200° compleanno dell’Alabama! Numerosi eventi condurranno al 50° anniversario del decollo del famoso razzo Saturn V con a bordo Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collins in viaggio verso la Luna. Il lancio avvenne il 16 Luglio, 1969 e Huntsville giocò un ruolo leader, creandone buona parte dell’ingegneria. Oggi sta lavorando nuovamente in prima posizione nel produrre nuovi motori che porteranno l’uomo nuovamente nello spazio, sulla Luna e su Marte.

Huntsville è una high-tech city ai piedi di una montagna nel nord dell’Alabama. Il suo soprannome è “The Rocket City” non a caso; la tecnologia spaziale cominciò a svilupparsi a Huntsville negli anni ’50, oggi è il secondo maggior parco di ricerca degli Stati Uniti. Lo U.S. Space & Rocket Center è il più grande museo di voli spaziali esistente al mondo ed è un affiliato dello Smithsonian Institute; attira esposizioni temporanee internazionali che mettono in mostra di tutto: da Leonardo Da Vinci, agli animali preistorici, dagli animali-robot a Star Wars.

Oggi si possono anche scoprire gli attuali piani della NASA dei viaggi su Marte e il ruolo che attualmente svolge Huntsville con la costruzione del nuovo razzo più potente del mondo. E’ un posto molto amato dai bambini: appena arrivano, già sognano di fare uno Space Camp.

Lo Space Center è aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.00 (chiuso al Thanksgiving Day, Natale e Capodanno).  Il biglietto di ingresso costa: $25 per adulto (dai 13 anni), $17 per bambini (dai 5 ai 12 anni); la gratuità è prevista per i bambini fino ai 4 anni.

Massimo Antonino Cascone

adsense – Responsive – Post Articolo