DALL’HOSPICE DI SOLOFRA PARTE LA RETE REGIONALE DI CURE PALLIATIVE E TERAPIA DEL DOLORE

adsense – Responsive Pre Articolo

DALL’HOSPICE DI SOLOFRA PARTE LA RETE REGIONALE DI CURE PALLIATIVE E TERAPIA DEL DOLORE Ora è davvero possibile realizzare una efficiente rete di cure palliative e terapia del dolore in Regione Campania, così come sancito dalla Legge 38 del 2010: questo il fondamentale dato emerso nella giornata di giovedì 20 giugno, quando si è svolto a Solofra, presso la Sala Convegni “Immacolata Carillo” del Presidio Ospedaliero “Agostino Landolfi”, il “Corso di Formazione di Base in Cure Palliative”, accreditato Ecm, organizzato dalla Società italiana di cure palliative (Sicp) della Regione Campania.  Di grande prestigio i relatori che si sono susseguiti nel corso della giornata formativa, tra i quali il professor Vincenzo Landolfi, direttore del dipartimento di Chirurgia dell’Asl Avellino, nonché direttore del Pain Control Center Hospice di Solofra, il dottor Marcello Piccolo, anestesista presso il Landolfi di Solofra, la dottoressa Elena Altieri, responsabile del Servizio di Psiconcologia del Pain Control Center Hospice di Solofra, il dottor Armando De Martino, medico esperto in cure palliative, del dottor Arturo Cuomo, responsabile SS Dipartimentale di Terapia Antalgica dell’Irccs Fondazione Pascale di Napoli, Il dottor Massimo Mammucari, medico ed esperto in terapia del dolore, il dottor Claudio Polistina, medico di medicina generale ed esperto in terapia del dolore, il dottor Luigi Leopaldi, referente Sicp Campania e referente scientifico dell’evento formativo, il dottor Gennaro Esposito, medico ed esperto di terapia antalgica, e della dottoressa Giusy Acerra, medico esperto in cure palliative.  Docenti e discenti hanno visitato anche il Pain Control Center Hospice di Solofra, il centro per le cure palliative e la terapia del dolore dell’Asl Avellino. E proprio partendo dall’Hospice di Solofra, sarà possibile realizzare una rete regionale di cure palliative e di terapia del dolore, in ottemperanza della Legge 38 del 2010, che si baserà anche sui servizi e sulle attività dei due nuovi Hospice pubblici che saranno inaugurati a breve, rispettivamente a Casavatore nel territorio afferente all’Asl Napoli 2 nord, e a Bisaccia, il secondo dell’Asl Avellino. A ciò si aggiunge l’approvazione dell’articolo 39 della Finanziaria regionale, che prevede la domiciliazione delle cure con la possibilità, nell’ambito dei livelli essenziali di assistenza, di effettuare visite e consulti medici anche presso il domicilio dei pazienti da parte del personale sanitario operante presso gli Hospice. E proprio a Solofra, il dottor Sergio Canzanella, manager per l’Italia meridionale della European Cancer Patient Coalition, nonché tra i relatori del corso di formazione organizzato dalla Sicp, ha voluto esprimere la sua soddisfazione, ringraziando per l’impegno profuso in questo settore dagli organi istituzionali della Regione Campania.  DALL’HOSPICE DI SOLOFRA PARTE LA RETE REGIONALE DI CURE PALLIATIVE E TERAPIA DEL DOLORE “Dopo quello di Solofra – ha ricordato il dottor Canzanella – la Regione Campania si accinge ad aprire anche gli Hospice di Casavatore e di Bisaccia, dopo aver approvato l’articolo 39 della Finanziaria regionale, che prevede la possibilità per il personale sanitario che opera presso gli Hospice di offrire ai pazienti non solo prestazioni in ambito residenziale ma anche a domicilio. E’ un sogno che si realizza in Campania, lo stesso sogno che fu di Cicely Saunders, straordinaria fondatrice del movimento Hospice nel mondo. Per tale motivo, esprimo la mia più profonda gratitudine per la capacità e l’impegno mostrati dal presidente della Regione, l’onorevole Stefano Caldoro, dal sub commissario alla Sanità, il dottor Mario Morlacco, e dal presidente della V Commissione, l’onorevole Michele Schiano di Visconti, che hanno contribuito in maniera fondamentale a realizzare quel sogno”.   

 

adsense – Responsive – Post Articolo