De Luca: “Inevitabile la zona arancione: ci si ferma e si riparte, un calvario”.

adsense – Responsive Pre Articolo

“Il governo precedente, nel contrasto alla pandemia, ha scelto la logica delle mezze misure, la logica delle diverse zone (a colori), la logica della rincorsa, anziché la logica della prevenzione che è quella da noi sempre auspicata.
La logica della suddivisione delle zone in colori, oltre a mettere a dura prova il sistema nervoso degli italiani, produce, quando si passa alla zona gialla, un rilassamento generale insieme, ed è questo il dato più impressionante, a controlli inesistenti: non troviamo più per strada una pattuglia impegnata nel controllo anti-covid. Questa è la realtà.
Le immagini che abbiamo visto in Campania e nel resto d’Italia nei giorni scorsi, danno i brividi: rilassamento totale; domeniche mattina sui lungomari delle nostre città con migliaia di persone, gran parte senza mascherina; controlli serali inesistenti; qualche grande città della Campania completamente abbandonata a se stessa.
In questa situazione è inevitabile tornare in zona arancione e, se non stiamo attenti, in zona rossa. Il che significa ri-bloccare di nuovo le attività dei ristoranti. Continuiamo ad andare avanti così: ci si ferma, poi si riparte.
Un autentico calvario”. Ciò è quanto sostiene il governatore De Luca nella consueta informativa del venerdì.

adsense – Responsive – Post Articolo