Farmaco antitumorale ritirato dalle farmacie.

adsense – Responsive Pre Articolo

Ritiro volontario per un errore di stampa del foglio di alluminio che ricopre il blister, ecco i lotti

 

La Società Bristol-Myers Squibb, ha comunicato di aver disposto il ritiro volontario dalle farmacie di un farmaco antitumorale. Nello specifico, si tratta delle confezioni di due lotti e precisamente degli 8D05310 e 8F05192 con scadenza 1-2021 della specialità medicinale VEPESID*10CPS 100MG – AIC 024639041. Il motivo del richiamo dei lotti sopra indicati, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è un errore di stampa del foglio di alluminio che ricopre il blister a causa del quale alcuni blister contenenti 10 capsule riportano su alcune capsule la dicitura “ Vepesid 100 mg cps molli” e su altre “Vepesid 50 mg cps molli”. Questo errore di stampa potrebbe creare confusione ai pazienti circa il dosaggio delle singole capsule, esponendo gli stessi pazienti al rischio di assumere una dose maggiore di quella prescritta. Pertanto la Società Bristol-Myers Squibb invita ad interrompere immediatamente la distribuzione dei sopra citati lotti e comunicare via fax al n. 800 867 188 o via mail all’indirizzo customerinfo.it@bms.com il dettaglio delle giacenze in possesso delle farmacie al fine di poter procedere al ritiro delle stesse ed alla eventuale sostituzione con il farmaco VEPESID*20CPS 50MG – AIC 024639039 od al relativo indennizzo. La Bristol-Myers Squibb gradirebbe essere informata anche nel caso in cui non ci fossero prodotti in giacenza. Il presente richiamo determina una situazione di carenza di Vepesid 100 mg capsule molli.

adsense – Responsive – Post Articolo