Flumeri, consigliere di maggioranza in consiglio comunale vota contro la variazione di bilancio.

adsense – Responsive Pre Articolo

Flumeri, consigliere di maggioranza in consiglio comunale vota contro la variazione di bilancio.Ieri sera 10 dicembre, si è tenuto presso la Sala Consiliare ex- E.C.A di Flumeri, il Consiglio Comunale, con all’ordine del giorno vari argomenti di interesse pubblico come: Variazione urgente al bilancio di previsione 2019, Gestione congiunta del servizio di Segreteria tra i Comuni di Flumeri e Casalbore , Approvazione regolamento per il riuso di immobili compresi nel centro storico ed acquisiti a patrimonio comunale, e , Nomina componenti della Commissione Locale per il Paesaggio.

Tutti argomenti, che avrebbero indotto i cittadini flumeresi, ad essere presenti in numero considerevole, trattandosi di argomenti di interesse comune. Ma, non è stato così, solo due persone erano presenti nel settore dedicato al pubblico. E’ questo dimostra, la poca attenzione, che i flumeresi, hanno per la res pubblica.

Dati gli argomenti da trattare, ci si aspettava , uno dibattito acceso tra maggioranza e opposizione, invece cosa mai avvenuta, è stato il Consigliere di maggioranza Angelo Ianniciello, che ha fatto la differenza. Su tutti gli argomenti trattati, su 4 si è astenuto , sulla variazione urgente del bilancio di previsione 2019 ha votato contro, ed è andato via sulla votazione per la nomina dei componenti della Commissione Locale per il paesaggio.

Quindi, quella di Ianniciello è una rottura politica, che di fatto, nella votazione alla variazione del bilancio, l’ha portato a votare con la minoranza.

Al termine del Consiglio comunale, abbiamo raccolto i punti di vista del minoranza del Capogruppo della minoranza Giuseppe Caggiano e della maggioranza il Sindaco Angelo A. Lanza.

Caggiano : “ a nome del gruppo consiliare Flumeri Bene Comune, rileviamo che la maggioranza si è divisa con il voto contrario del qualificato consigliere Avv. Ianniciello , già assessore nella passata legislatura. Rispetto ad un atto politico dell’amministrazione, quale è la variazione di bilancio, questa distinzione, è indicativa dello stato della compagine di maggioranza “. 

Lanza : “ in questo Consiglio c’erano tre punti importanti da trattare , il primo era sicuramente di carattere anche sociale oltre che economico per l’ente, perchè mette a disposizione nuovamente a chi ne volesse fruire , chi ne avesse bisogno, la possibilità di acquisire lotti all’interno del centro storico. Lotti, che sono stati acquisiti dal comune a seguito dei terremoti del 62 e dell’80, affinchè si riempiano i vuoti all’interno del centro. Noi abbiamo adottato il regolamento atto a mettere in vendita questi lotti , chiaramente dando delle premialità a chi ha determinate caratteristiche , chi ha più figli, chi ha già delle abitazioni confinanti, che intende ampliare la propria abitazione e così via. Questo diciamo è un regolamento importante, che raggiunge un obiettivo altrettando importante, dal punto di vista sociale. Abbiamo nominato anche la commissione locale per il paesaggio perchè ci è stata richiesta oltre ad essere un obbligo ovviamente, a noi era scaduta. C’e’, una pratica della SNAM , che richiede il parere della commissione e quindi era piuttosto necessaria. Poi abbiamo rettificato la variazione del bilancio fatta entro il 30 novembre postando ulteriori somme per ulteriore mantenimento stradale, in particolare su contrada Corridoio / Sant’Angelo Paduli. E, quindi il Consiglio è andato bene, è stata un buona discussione politica con la minoranza, abbiamo raggiunto una condivisione attraverso la composizione dei nominativi, per individuare le diverse figure necessarie all’interno della commissione e quindi condividerle con la minoranza e ottenere obiettivi comuni per il bene del paese . L’unica piccola defezione non particolarmente importante, è quella di un consigliere di maggioranza che, invece ha ritenuto di non dover votare a favore sulla variazione di bilancio, perchè politicamente non d’accordo, o perchè, riteneva non fosse politicamente corretta l’operazione. Ognuno nella repubblica appunto in una democrazia ha la propria volontà, la propria possibilità di esprimere il proprio pensiero, ci sembra oltremodo fuori luogo quello, che ha espresso il consigliere di maggioranza. A lui le proprie scelte, e , a lui le proprie responsabilità, in particolare di fronte all’elettorato e di fronte a tutto il Consiglio comunale . I capricci insomma, è meglio lasciarli fuori dalla politica.

 Parole forti di entrambi, quelle del capogruppo di minoranza dovute, per stigmatizzare la divisione interna nella maggioranza. Ma, quelle del Sindaco invece stanno a dimostrare, che la posizione del Consigliere Ianniciello, all’interno della maggioranza è isolata, e che quanto prima, dovrà dare delle spiegazioni plausibili, agli elettori, con il voto da lui espresso in Consiglio comunale.

Nessun commento, da parte del Consigliere Ianniciello, da noi interpellato mentre abbandonava l’aula del Consiglio, anche se è chiaro a tutti , il suo dissenso in seno alla maggioranza.

 Carmine Martino

adsense – Responsive – Post Articolo