FORINO: Quando anche l’ordinario diventa straordinario.

adsense – Responsive Pre Articolo

E’ da diversi giorni che il piazzale antistante la Scuola Primaria “G. Vespucci” di Forino e’ preda di ogni qual sorta di residuo putrido. Dalle erbacce che ormai accerchiano , il monumento dei caduti in guerra, come i muretti che delineano l’intero spiazzale, ad escrementi di animali canini maleodoranti , a mozziconi di sigarette senza contare su cartacce e fazzoletti di ogni genere di cui non si decifra il contenuto che gli stessi possano contenere. A prescindere che il decoro comunale, ma principal modo la pulizia di un paese e’ un fatto di dovuto igiene urbano come lo può essere la normale pulizia di una qualunque casa, ma il fatto ancora più grave quando tali spazi sono ragion forza frequentati da inermi bambini che si sa una sbarazzata la fanno e cento nello stesso istante ne pensano , con in questo caso il pericolo tra i più piccoli che raccogliendo qualche di tale residui putridi potrebbe anche incorrere il rischio di portare a casa qualche infezione se tutto vada bene. In effetti l’anomala situazione da alcuni appartenenti al locale Consiglio di Istituto, e’ stata bene segnalata anche attraverso email , all’ attuale responsabile comunale in materia, anche con promessa che nel breve tempo si sarebbe provveduto a ridare decoro urbano e pulizia alla piazza, ma ormai otto giorni sono passati ma di qualche anima pia comunale intenta alla pulizia della piazza neanche l’ombra. Quando si dice che a Forino anche l’ordinario può diventare straordinario anche la semplice pulizia di un piazzale frequentante piccoli studenti.
Daniele Biondi
FORINO: Quando anche lordinario diventa straordinario.
FORINO: Quando anche lordinario diventa straordinario.
FORINO: Quando anche lordinario diventa straordinario.

 

adsense – Responsive – Post Articolo