Forino (Av). Appello dei cittadini alla Provincia per la Sp239 Castello di Forino

adsense – Responsive Pre Articolo

In questi giorni di feste pasquali alcuni , anzi tanti cittadini , mi hanno tampinato sulla critica situazione in cui versa la Sp 239 che collega la frazione Castello di Forino alla cittadina dei Sette Colli. Un problema reale ed urgente , visto che l’ arteria, oltre ad essere punto di collegamento con l’ antico borgo, conduce dritta al Santuario del Santo Patrono in collina. Partiamo col dire che gli organi provinciali di cui la strada ricade per competenza, sono ampiamente a conoscenza della criticità di cui da anni riversa la strada, tra smottamenti, avvallamenti e deformazioni di vario genere e che dunque, forse non esiste la volontà’ politica di risistemare un nodi cruciale per la popolazione forinese, sia per le persone cui ancora ci abitano , quanto per il luogo di culto tanto caro alla gente locale, il Santuario del Patrono San Nicola. A tal punto ci viene da domandare ai pubblicani dell’ ente Provincia, dove ed a chi vengano destinati , gli sbandierati proventi , circa 15 milioni di euro per la sistemazione delle strade? E Forino da quanti anni e’ dimenticata? Beh a passata memoria non se ne contano gli anni, mentre gli abitanti locali versano e continuano a versare il dovuto. Beh avessero la coscienza di ridare una piccola parte ad un territorio, che da anni duole sul fronte delle sistemazione di strade compresa la Sp 239  che conduce a Castello ed al Santuario del Protettore. Penso sia dovuto dopo anni  , anzi decenni di dimenticanze, per un compensazione do ut des, visto che Forino  e la sua gente da  più di un ventennio, ha fatto solo il ” Do” , ma il “Des” di ricambio non lo ha davvero ricevuto. Daniele Biondi

Forino (Av).  Appello dei cittadini alla Provincia per la Sp239 Castello di Forino

adsense – Responsive – Post Articolo